ALITALIA

Alitalia, nasce newco controllata da Stato

Lunedì 16 Marzo 2020
Lo Stato in prima linea nel salvataggio di Alitalia. Come anticipato questa mattina da Teleborsa, l'emergenza sanitaria che tiene in scacco il Paese ormai da giorni, avrebbe convinto il Governo a recedere dall'obiettivo di vendere Alitalia, pronto dunque a prenderne il controllo. Allo stato attuale, infatti, la possibilità di trovare un compratore interessato a rilevare tutta o in parte la compagnia aerea è praticamente nulla.

Via libera, dunque, una newco Alitalia a controllo statale. Lo prevede la bozza di Decreto che il Governo sta predisponendo per fronteggiare l'emergenza Coronavirus.

"In considerazione della situazione determinata sulle attività di Alitalia - Società Aerea Italiana S.p.A. e di Alitalia Cityliner S.p.A. entrambe in amministrazione straordinaria - dall'epidemia da Covid-19 - si legge nella bozza -, è autorizzata la costituzione di una nuova società interamente controllata dal Ministero dell'economia e delle Finanze ovvero controllata da una società a prevalente partecipazione pubblica anche indiretta".

"Ai fini della costituzione della società di cui al comma 3, con uno o più Decreti del Ministro dell'economia e delle finanze, di natura non regolamentare e sottoposti alla registrazione della Corte dei Conti, che rappresentano l'atto costitutivo della nuova società - prosegue la bozza -, sono definiti l'oggetto sociale, lo Statuto e il capitale sociale iniziale e sono nominati gli organi sociali in deroga alle rilevanti disposizioni vigenti in materia, nonchè è definito ogni altro elemento necessario per la costituzione e il funzionamento della società".

MEF autorizzato a partecipare al capitale -"Il Commissario Straordinario delle società di cui al comma 3 - si legge ancora - è autorizzato a porre in essere ogni atto necessario o conseguente nelle more dell'espletamento della procedura di cessione dei complessi aziendali delle due società in amministrazione straordinaria e fino all'effettivo trasferimento dei medesimi complessi aziendali all'aggiudicatario della procedura di cessione ai fini di quanto necessario per l'attuazione della presente norma. Ai fini del presente comma, il Ministero dell'Economia e delle Finanze è autorizzato a partecipare al capitale sociale o a rafforzare la dotazione patrimoniale della nuova società, anche in più fasi e anche per successivi aumenti di capitale o della dotazione patrimoniale, anche tramite società a prevalente partecipazione pubblica anche indiretta". Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA