Agroalimentare, export europeo in costante crescita: +7%

Agroalimentare, export europeo in costante crescita: +7%
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Novembre 2021, 19:45

(Teleborsa) - Segnali positivi per l'agroalimentare europeo che registra una crescita costante. Gli ultimi dati mostrano un incremento del 7% dell'export rispetto ai primi 8 mesi del 2020. Il valore totale del settore in Europa (esportazioni e importazioni) tra gennaio e agosto 2021 ha raggiunto i 210.5 miliardi di euro segando un +5.1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nel dettaglio le esportazioni sono aumentate del 7%, a 127.5 miliardi, mentre le importazioni sono cresciute del 2.3%, a 85 miliardi, regalando, nei primi 8 mesi dell'anno, un surplus di 44 miliardi al commercio agroalimentare. Il settore ha registrato complessivamente un +17% rispetto al 2020.

Particolarmente positivi i dati relativi all'esportazioni verso gli Stati Uniti, cresciute di 2 miliardi, pari al 15%. Un incremento che vede alla base le forti performance dei comparti del vino, distillati e liquori. A ciò si aggiunge un aumento di 812 milioni di euro delle esportazioni verso la Cina. Positivi anche i dati di Svizzera (+531 milioni di euro); Corea del Sud (+464 milioni); Norvegia (+393 million); e Israele (+288 milioni). Pressoché stabili, le esportazioni verso il Regno Unito (115 milioni di euro).

In diminuzione, invece, rispetto al 2020, le esportazioni verso l'Arabia Saudita scese di 399 milioni di euro (-16%). Segno meno anche per l'export agroalimentare europeo verso Hong Kong (-103 milioni di euro) e il Kuwait (-101 milioni).

I primi 8 mesi del 2021 hanno visto una maggiore crescita del valore delle esportazioni di vino (2,5 miliardi di euro; +31%) e distillati e liquori (1.3 miliardi, +32%). In calo le esportazioni di grano (-892 milioni) e alimenti per bambini (-736 milioni).

Sul fronte delle importazioni è da segnalare l'aumento dell'import di oilcakes (+1.1 miliardi); semi di soya (+1.1 miliardi), acidi grassi e paraffine (+500 milioni), olio di palma (+479 milioni), e semi di cacao (+291 milioni). In diminuzione le importazioni di frutta tropicale, noci e spezie (-669 milioni); succhi di frutta (-194 milioni); agrumi (-159 milioni); tabacco greggio (-159 milioni); e riso (-140 milioni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA