Affitti brevi, aumenta la domanda per i mesi freddi

Mercoledì 14 Novembre 2018
(Teleborsa) - L'inizio della stagione invernale promette bene per il business degli affitti brevi in Italia: le prenotazioni di alloggi per i mesi da ottobre a dicembre sono cresciute del 25% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Lo rileva l'ultimo studio di CaseVacanza.it secondo cui uno dei dati più interessanti dell'analisi riguarda gli utenti provenienti dall'estero: nel 2018, la loro domanda per la stagione autunnale e invernale in Italia risulta aumentata del 15% rispetto al 2017.

La spesa media registrata per ogni prenotazione invernale è pari a 676 euro per un soggiorno medio di 4 notti, cifra rimasta invariata rispetto al 2017.

Per il periodo da ottobre a dicembre, la classifica delle province più prenotate risulta quasi interamente occupata da aree di montagna. A eccezion fatta per Roma: la Capitale è al terzo posto delle mete più richieste per questo inverno. Al primo gradino del podio si trova la provincia di Trento, seguita da quella di Torino che, rispetto alla stessa graduatoria del 2017, ha guadagnato quattro posizioni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri