Acea, via libera a piano al 2024. Gola: "Target al rialzo. Spinta da rinnovabili"

Martedì 27 Ottobre 2020

(Teleborsa) - Via libera dal Consiglio di Amministrazione di Acea al nuovo Piano industriale 2020-24, che prevede: crescita media annua dell'EBITDA pari a circa il 7%, 1,3 miliardi di Euro al 2022 e 1,4 miliardi di Euro al 2024 con un incremento complessivo a fine Piano del 38%. 4,7 miliardi di Euro di investimenti nel periodo 2020-2024, in crescita di circa 700 milioni di Euro rispetto al Piano precedente. Evoluzione equilibrata in arco Piano del rapporto PFN/EBITDA, pari a 3x e del rapporto PFN/RAB pari a 0,7x nel 2024. Dividendi per 860 mln di Euro nel periodo 2020-2024, in crescita rispetto al Piano precedente.

In ACEA la crescita e la creazione di valore sono "strettamente correlate al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità" che caratterizzano sempre di più gli indicatori di performance. La sostenibilità diventa, quindi, un fattore caratterizzante e strutturale che guida le scelte di business e la gestione operativa del Gruppo. "Nel Piano 2020-2024, infatti, dei 4,7 miliardi di Euro di investimenti complessivi ben 2,1 miliardi (+400 mln di Euro rispetto al Piano precedente) sono riferibili a specifici target di sostenibilità, scelti per priorità e rilevanza". In particolare questi riguarderanno la tutela e la gestione della risorsa idrica, attraverso interventi sulla Rete con un'ulteriore riduzione delle perdite di 11 punti percentuali in media, pari al recupero di 440 milioni di metri cubi di risorsa idrica cumulati in arco piano; il contributo allo sviluppo della mobilità elettrica, attraverso l'installazione di oltre 2.200 colonnine di ricarica e alla lotta al cambiamento climatico, attraverso l'incremento della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici. E' stato, inoltre, calcolato che l'operatività che il Gruppo ACEA metterà in atto nell'arco di Piano "inciderà positivamente sul PIL italiano per circa 6 miliardi di Euro, generando occupazione direttamente e indirettamente per oltre 21 mila persone".

"Il Piano Industriale che presentiamo oggi conferma il percorso di crescita intrapreso e consolida il nostro posizionamento quale operatore a forte vocazione industriale - commenta l'Amministratore Delegato di ACEA, Giuseppe Gola -. Gli importanti risultati finora raggiunti ci permettono, nonostante la situazione di difficoltà in cui versa il Paese, di rivedere al rialzo i target economici e di business, supportando il percorso di ripresa economica, con una crescita capace di coniugare sostenibilità e creazione di valore nel
tempo per tutti i nostri stakeholders e per il sistema Italia. Il Piano, che presenta sostanziali aspetti di continuità rispetto a quello precedente, mostra anche rilevanti elementi di evoluzione, in particolare la crescita nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, nel fotovoltaico, e l'impegno nella mobilità elettrica per contribuire in modo sempre più efficace alla transizione energetica e alla decarbonizzazione. Elementi - continua Gola - che ritroviamo espressi nell'acronimo GRIDS che sintetizza le leve d'azione su cui puntiamo: proseguire nel percorso di crescita (Growth), incrementare lo sviluppo nelle rinnovabili (Renewables), spingere sull'innovazione tecnologica anche nei processi industriali (Innovation), raggiungere obiettivi sfidanti e superarli (Delivery), con un approccio che fa dello sviluppo sostenibile un elemento fondante (Sustainability)".

© RIPRODUZIONE RISERVATA