Wind Tre parla cinese al 100%: la russa Veon cede 50% a Ck Hutchison per 2,45 miliardi di euro

Martedì 3 Luglio 2018
(Teleborsa) - Passaggio di mano tra Russia e Cina. Wind 3, la società di telefonia mobile in Italia guidata da Jeffrey Hedberg dopo l'uscita di Maximo Ibarra nell'aprile 2017, diventa una controllata al 100% della Ck Hutchison della famiglia Li. A dare l'annuncio il colosso di Hong Kong partecipato dalla famiglia del magnate novantenne Li Ka Shing, il suo patrimonio personale è stato stimato da Forbes in 36 miliardi di dollari, che nella giornata di oggi ha reso noto di aver concluso un accordo per rilevare il restante 50% dell'operatore italiano Wind Tre dalla russa Veon, ex Vimpelcom, che ha motivato la cessione con la necessità di ridurre il proprio debito. Un'operazione da 2,45 miliardi di euro.

L'operazione, che è soggetta al via libera delle Autorità europee e italiane, dovrebbe concludersi nel terzo trimestre del 2018 o all'inizio del quarto.

WIND TRE PARLA CINESE AL 100% - "Siamo lieti di diventare gli unici proprietari di Wind Tre, che ci offre la piattaforma più forte per generare un valore sempre maggiore nei confronti dei nostri azionisti", commenta Canning Fok, co-managing director di Ck Hutchison, che "spera di continuare a investire nel futuro digitale dell'Italia, a vantaggio dei consumatori e delle imprese di tutto il Paese"









© RIPRODUZIONE RISERVATA