Trivelle, la Consulta invita ad andare al voto: "Fa parte della carta d'identità del cittadino"

Trivelle, la Consulta invita ad andare al voto: "Fa parte della carta d'identità del cittadino"
1 Minuto di Lettura
Lunedì 11 Aprile 2016, 16:15

(Teleborsa) - La Consulta gela il premier Matteo Renzi e, invita i cittadini a votare il referendum sulle trivelle.  "Si deve votare: ogni cittadino è libero di farlo nel modo in cui ritiene giusto. Ma credo si debba partecipare al voto: significa essere pienamente cittadini". Così il presidente della Consulta, Paolo Grossi, interpellato nella conferenza stampa dopo la relazione annuale, ricorda che "partecipare fa parte carta della d'identità del buon cittadino".  Nettamente opposta è dunque la posizione sul referendum della Corte Costituzionale rispetto al messaggio arrivato dal presidente del Consiglio, ovvero quello di non andare a votare il referendum sulle trivellazioni.  Fa discutere anche la posizione del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, che non ha ancora sciolto la riserva su partecipare o meno al referendum convinto che sia solo "uno strumento per fare battaglia politica di altro tipo". Pronta la replica della sinistra Dem che, per bocca di Davide Zoggia, critica il ministro affermando che "il governo dovrebbe favorire la partecipazione". Domenica, 17 aprile, gli italiani sono chiamati a votare il referendum abrogativo sulle trivellazioni in mare per la ricerca ed estrazione di gas e petrolio. I cittadini dovranno pronunciarsi per cancellare l'articolo del codice dell'ambiente che consente le trivellazioni fino a quando il giacimento sarà in vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA