Russia, la Guerra fredda pesa sul Made in Italy. Tre miliardi in meno per l'export

Martedì 27 Marzo 2018
Russia, la Guerra fredda pesa sul Made in Italy. Tre miliardi in meno per l'export

(Teleborsa) - Sanzioni e tensioni commerciali costano caro al Made in Italy esportato verso la Russia. Nel 2017 l'export verso il Paese ha toccato una cifra di circa 8 miliardi, 3 in meno rispetto al 2013.

Lo rivela Coldiretti che spiega come pesi in modo concreto l'embargo totale su alcuni prodotti (frutta e verdura, formaggi, carne e salumi) deciso dal presidente russo, Vladimir Putin, in risposta alle sanzioni dell'Occidente a causa della Guerra in Ucraina. Il risultato è stato che per questi prodotti agroalimentari le spedizioni italiane in Russia sono state completamente azzerate. Il calo coinvolge anche i prodotti non colpiti direttamente come moda, automobili e arredamento.

La perdita va anche ricercata nella sempre più costante diffusione di prodotti di imitazione nel mercato russo, che nulla hanno a che vedere con il Made in Italy. Iniziato con fiducia il primo bimestre 2018 (+6,6%), le nuove tensioni rischiano ora di fermare la ripresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA