Piazza Affari svetta sulle borse d'Europa

Martedì 13 Giugno 2017
(Teleborsa) - Piazza Affari continua la giornata in cima alle borse europee. Gli investitori rimangono in attesa decisioni della Fed. La Federal Reserve inizia il suo meeting oggi. La riunione culminerà mercoledì 14 giugno  giorno in cui la Banca Centrale  alzerà il velo sulla propria decisione di politica monetaria. In Italia occhi puntati sulle banche venete dopo che il Ministro Padoan ha assicurato che la "soluzione è ormai prossima" e non contempla alcuna forma di bail in. Dal fronte macro, lo ZEW ha deluso ma non ha inciso sui mercati. Buone notizie per la Gran Bretagna dove i prezzi al consumo sono balzati. Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,121. Prevale la cautela sull'oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,23%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) archivia la giornata con guadagno frazionale dello 0,55%. Tra gli indici di Eurolandia Francoforte avanza dello 0,46%, rimane sulla parità  Londra evidenziando un incremento dello 0,01%. Bilancio positivo per Parigi che vanta un progresso dello 0,38%. Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,93%.Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share che  continua la giornata in aumento dello 0,90%. . In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo UBI Banca (+4,87%) Luxottica (+2,85%) FCA  che avanza del 2,51% In salita  STMicroelectronics (+1,58%). Fa bene Unicreditche ha lanciato un emissione bond da un miliardo Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, OVS (+6,05%).  A scatenare gli acquisti i rumors di stampa secondo cui Italmobiliare potrebbe acquisire la catena di stores in partnership con alcune banche. Le peggiori performance, invece, si registrano su Biesse che scambia a-2%. Debutto in pompa magna per Digital 360 che mostra rialzi a due cifre con un guadagno del 23,48%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri