Piazza Affari in rosso insieme agli Eurolistini

Venerdì 8 Giugno 2018
(Teleborsa) -

Avvio in calo per i mercati del Vecchio Continente con Piazza Affari che rimane bersaglio delle vendite.

Occhi puntati su Charlevoix, in Canada, dove oggi si aprirà il G7: il summit internazionale che si svolgerà dall'8 al 9 giugno. Il vertice vedrà incontrarsi, come di consueto, i leader delle sette nazioni più avanzate al mondo. C'è grande attesa per il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, al suo debutto internazionale. Dal fronte macro, in calo l'industria tedesca nel mese di aprile e di quella francese.


Prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,25%. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,13%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,64%.

Torna a galoppare lo spread, che si posiziona a 262 punti base, con un forte incremento di 15 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 3,06%.

Nello scenario borsistico europeo scivola Francoforte con un netto svantaggio dello 0,94%. In rosso Londra che evidenzia un frazionale ribasso dello 0,56%.In calo anche Parigi che scende dello 0,46%.

Segno meno per il listino milanese, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,63%. Sulla stessa linea, giornata negativa per il FTSE Italia All-Share che scende dello 0,61%.

In buona evidenza a Milano il comparto Chimico, con un +1,39% sul precedente. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Automotive (-1,57%), Beni personali e casalinghi (-1,39%) e Beni e servizi per l'industria (-1,33%).

Saipem, che mette a segno un +1,56%, è l'unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance apprezzabile. A dare linfa al titolo il nuovo contratto in Thailandia annunciato ieri a mercati chiusi.

Debole Mediaset. Ieri 7 giugno, Pier Silvio Berlusconi ha preannuncia un "semestre in territorio positivo".

Le peggiori performance, invece, si registrano su CNH Industrial che ottiene -2,32%.

In apnea Ferragamo, che arretra dell'1,73%.

Banco BPM scende dell'1,43%.

Calo deciso per Fiat Chrysler, che segna un -1,71%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA