OCSE ottimista sull'economia globale ma PIL Italia visto in rallentamento

Mercoledì 30 Maggio 2018
(Teleborsa) - L'OCSE si conferma ottimista sulla crescita economica globale, anche se non mancano fattori che potrebbero metterla a rischio.

Nell'ultimo Economic Outlook l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo stima una crescita del PIL dei Paesi dell'Area OCSE del 3,8% nell'anno in corso e del 3,9% nel 2019.

Buone nuove anche dal fronte del lavoro, con il tasso di disoccupazione sceso sotto i livelli pre-crisi. L'OCSE stima che scenderà ancora al 5% per la fine del 2019, raggiungendo così la percentuale più bassa dal 1980.

Nonostante ciò, si legge nel Report, vi sono "rischi significativi" legati alle tensioni commerciali, alle vulnerabilità dei mercati finanziari e all'aumento dei prezzi del petrolio.

Quanto all'Italia, l'OCSE ha previsto un rallentamento del PIL all'1,4% nel 2018 e all'1,1% nel 2019 in scia ad un'attenuazione della crescita degli investimenti - che resta comunque "robusta" - e alla perdita di vigore della ripresa dell'occupazione - il tasso dei senza lavoro si dovrebbe attestare all'11% nel 2018 e al 10,8% l'anno successivo - che porterà ad un peggioramento dei consumi privati. Il rialzo dell'inflazione, inoltre, eroderà il potere di acquisto delle famiglie.

La crescita stimata per l'Italia risulta tra le più basse di tutta l'Area insieme a quella del Giappone (1,2% per entrambi gli anni).

L'OCSE ha tenuto comunque a precisare che i "possibili cambiamenti da parte del Governo che verrà non sono incorporati nelle previsioni".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vita spericolata di una mamma quando i figli sono in vacanza

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma