Migranti da Germania su charter, Salvini avverte: "Dopo i porti, chiuderemo gli aeroporti"

Domenica 7 Ottobre 2018
(Teleborsa) -

Non si placano le polemiche sul tema immigrazione. ''Se qualcuno, a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c'è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile. Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i porti''. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno Matteo Salvini che interviene, dunque, sulla questione dei "dublinanti" o immigrati secondari, ossia i migranti che vengono rintracciati in paesi europei diversi da quello di primo ingresso. In Germania sono circa 40.000, entrati in Europa passando dall'Italia. In Francia altri 15.000.

Come ha rivelato Repubblica qualche giorno fa, infatti, la Germania sarebbe pronta ad accelerare coi rientri e starebbe organizzando di mandare in Italia due charter pieni di dublinanti appunto, solo nel mese di ottobre. Il primo dei quali sarebbe già programmato per il prossimo 9 ottobre, nonostante le smentite ufficiali del Viminale. Salvini, intanto, lancia l'ennesimo guanto di sfida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA