Italia, calano le richieste di partita IVA

Giovedì 10 Maggio 2018
1
(Teleborsa) - In flessione le richieste di nuove partite Iva in Italia. Lo comunica il Ministero dell'Economia e delle Finanze, evidenziando come nei primi tre mesi dell'anno sono state aperte 179.538 partite Iva, in calo dell'1,8% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Con riguardo alla distribuzione di nuove aperture per natura giuridica, l'Osservatorio sulle partite IVA attesta che le quota per le persone fisiche è pari al 72,7%, quella relativa alle società di capitali al 22%, mentre la quota per le società di persone si ferma al 4,6%.

In base alla classificazione per settore produttivo, prevale ancora il commercio che registra sempre il maggior numero di avviamenti di partite Iva con il 19% del totale, seguito dalle attività professionali con il 18,3%. Terzo posto per l'agricoltura (9,7%), che però segna un decremento notevole rispetto al 2017 (-13,4%).

Passando invece ad una ripartizione geografica, prevale il Nord Italia con il 44,3% delle nuove aperture. Seguono il Sud e le Isole al 34%, mentre il Centro Italia si ferma al 21,7%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani