Il Presidente ENAC, Vito Riggio, visita l'Aeroporto "Il Caravaggio" di Milano Bergamo

Mercoledì 12 Settembre 2018
(Teleborsa) - Il presidente di ENAC, Vito Riggio, si è recato oggi in visita all'Aeroporto "Il Caravaggio" di Milano Bergamo, accolto dai vertici di SACBO, il presidente Roberto Bruni e il direttore generale Emilio Bellingardi.

I due manager hanno illustrato il masterplan e il piano di investimenti, sostenuto interamente da risorse finanziarie della società di gestione, che permetterà nel prossimo biennio di eseguire l'ampliamento del terminal passeggeri per adeguarlo alle esigenze operative mediante creazione di nuovi spazi e infrastrutture di servizio.

Al presidente Riggio, il quale nella recente audizione alla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha sottolineato la necessità di investire nelle infrastrutture aeroportuali per renderle pronte a gestire la crescita prevista del traffico aereo, SACBO ha elencato i principali interventi programmati sullo scalo: la separazione delle attività courier, che occuperanno l'area nord del sedime, da quelle destinate ai passeggeri, che si svilupperanno interamente a sud seguendo la linea dell'aerostazione; l'incremento di capacità del piazzale aeromobili e dell'infrastruttura di volo; e, sul fronte dell'accessibilità, la riorganizzazione della viabilità e dei servizi di sosta a sud, la creazione di una bretella di collegamento stradale a est e della connessione diretta tra l'area nord e l'asse interurbano dedicata ai mezzi di trasporto delle merci decongestionando le strade di accesso all'aerostazione. A ciò si aggiunge il collegamento ferroviario tra la stazione di Bergamo e l'aeroporto, opera strategica inserita nel Piano di Sviluppo Aeroportuale approvato in linea tecnica da ENAC a giugno 2017 e che contiene gli interventi mitigativi coniugati alle previsioni di traffico al 2030.

Infine, al presidente Riggio sono stati confermati i parametri contenuti nel Piano Economico Finanziario del Master Plan, che prevede investimenti suddivisi tra le varie categorie di opere per 435 milioni di Euro a carico di SACBO.

Dopo l'incontro svoltosi negli uffici direzionali di SACBO, la visita è proseguita con un sopralluogo agli spazi landside e airside del terminal e alle infrastrutture di servizio, che ha permesso di mostrare le aree soggette alle future opere (che comprendono l'ampliamento della zone arrivi e dell'area extra-Schengen, la creazione di nuovi gate d'imbarco e relativi finger, una zona dedicata ai transiti e la realizzazione del nuovo sistema di smistamento dei bagagli adeguato alle nuove normative) e inquadrare le capacità che l'aeroporto si appresta a raggiungere una volta ultimati gli interventi progettati e programmati.

Riggio ha espresso un giudizio lodevole sulla gestione dell'operatività, che vede l'aeroporto proseguire il trend positivo del movimento passeggeri e conservare una quota importante di merci courier, nonché sul piano degli investimenti che sono stati concepiti in sintonia con gli obiettivi fissati nel Piano di Sviluppo Aeroportuale al 2030. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri