Draghi difende l'euro: è irreversibile

Giovedì 14 Giugno 2018
1
(Teleborsa) - Per il governatore della BCE, Mario Draghi, l'euro è irreversibile. "Non porta nessun beneficio mettere l'euro in discussione, perché è irreversibile", ha dichiarato il banchiere in occasione della conferenza stampa successiva alla riunione di politica monetaria del Consiglio direttivo. Il Board ha lasciato invariati i tassi d'interesse almeno fino a settembre 2019 e ha dettato i tempi del tapering, con un dimezzamento degli acquisti a partire da ottobre 2018 fino a fine dicembre 2018, quando terminerà definitivamente.

"L'euro è irreversibile, perché è forte, perché le persone lo vogliono e perché non giova a nessuno mettere in discussione" la sua esistenza, ha aggiunto Draghi riferendosi alla situazione politica italiana, specificando che la crisi politica italiana "non ha comportato nessun contagio" e che è importante "non drammatizzare". © RIPRODUZIONE RISERVATA