Commercio estero, tensioni commerciali penalizzano Made in Italy negli USA

Lunedì 26 Marzo 2018
(Teleborsa) - Le tensioni commerciali sui dazi si ripercuotono sulle esportazioni Made in Italy negli Stati Uniti che fanno segnare un calo dello 0,7%.
E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al commercio estero di febbraio 2018.

Dopo che le esportazioni Made in Italy nel 2017 avevano raggiunto il record storico di 40,5 miliardi grazie ad un aumento del 9,8% rispetto all'anno precedente, le nuove misure commerciali, volute da Trump provocano una decisa frenata dell'export italiano.

Le esportazioni – precisa la Coldiretti - sono rimaste ferme a febbraio dopo essere calate dell'1,4% a gennaio rispetto allo scorso anno ma a calare sono anche le importazioni In Italia con gli arrivi dagli States che sono scesi dell'1,7% nel primo bimestre.

Le tensioni nel commercio mettono a rischio anche i circa 4 miliardi di export agroalimentare Made in Italy con le esportazioni di cibo e bevande che sono aumentare del 6% nel 2017. Gli States– conclude la Coldiretti – si collocano al terzo posto tra i principali italian food buyer dopo Germania e Francia, ma prima della Gran Bretagna. Il vino risulta essere il prodotto più gettonato dagli statunitensi, davanti a olio, formaggi e pasta.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma