Borse positive aspettando le banche centrali

Mercoledì 12 Settembre 2018
(Teleborsa) - Finale positivo per le principali borse europee con gli investitori che archiviano le tensioni commerciali, seppur momentaneamente, per concentrarsi sulle riunioni di Banca Centrale Europea e Bank of England, in calendario domani. In particolare, dalla banca di Francoforte sono attese indicazioni sulle tempistiche del primo rialzo dei tassi di interesse in Eurolandia e la conferma dell'uscita dal QE a fine anno.

L'Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,28%. L'Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,64%. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,40% dopo che sono diminuite oltre attese le scorte americane nell'ultima settimana.

Sale lo spread, attestandosi a 239 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,79%.

Tra le principali Borse europee Francoforte, porta a casa un rialzo dello 0,52% seguita da Londra, +0,55% e Parigi, +0,92%. Il listino milanese mostra un timido guadagno in chiusura, con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,52%.

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,91 miliardi di euro, in calo del 23,18%, rispetto ai 2,49 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 221.313, rispetto ai 288.361 precedenti.

Su 222 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 98 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 109. Invariate le rimanenti 15 azioni.

automotive (+3,19%), materie prime (+2,31%) e sanitario (+1,73%) in buona luce sul listino milanese. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si sono manifestati nel comparto chimico, che ha riportato una flessione di -0,99%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, svetta Fiat Chrysler che segna un importante progresso del 4,40%.

Vola Ferragamo, con una marcata risalita del 4,07% spinta da ipotesi di cessione.

Brilla Saipem, con un forte incremento (+3,69%) sul rialzo del greggio.

Ottima performance per Ferrari, che registra un progresso del 2,62%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su STMicroelectronics, che ha archiviato la seduta a -4,06%.

Vendite a piene mani su Prysmian, che soffre un decremento del 3,45% sulla notizia che la messa in servizio e il collaudo del collegamento in cavo tra la Scozia e il Galles (WesternLink interconnection) sono stati "temporaneamente interrotti" a causa delle verifiche che sono state avviate in relazione ad un problema verificatosi nella sezione terrestre del collegamento.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Reply (+4,39%), Inwit (+3,33%), Amplifon (+3,19%) e Zignago Vetro (+3,00%). © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri