Aquarius, migranti a Valencia anche con navi italiane

Martedì 12 Giugno 2018
(Teleborsa) - La nave di Sos Mediterranée farà rotta verso la Spagna scortata da una nave della Marina italiana e una della guardia costiera.

"Confermo, è stata una decisione presa stanotte nel vertice con il premier e le Capitanerie - ha fatto sapere il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli -. Stamattina abbiamo mandato viveri, monitorato la situazione dei passeggeri per mettere in sicurezza le donne incinta, ma hanno rifiutato. Stamane manderemo vedette e navi per portarli verso Valencia". Sulla vicenda dell'Aquarius - ha aggiunto Toninelli - c'è stato "il giusto pragmatismo politico che prima non c'era. Nessuno prima parlava di Malta che rispondeva negativamente" alle richieste di accoglienza. Non abbiamo messo in pericolo la vita di nessuno" i migranti sono stati "soccorsi da navi italiane".

Sono gli ultimi sviluppi nella vicenda della nave Aquarius, con a bordo 629 migranti, che raggiungerà Valencia, destinazione offerta dal neo premier Pedro Sanchez. "E' nostro obbligo aiutare ad evitare una catastrofe umanitaria e offrire un porto sicuro a queste persone".

Una decisione giunta dopo il pressing di ONU e UE affinché le ragioni umanitarie prevalessero sulle tattiche politiche e la nave fosse fatta attraccare subito.

Un gesto sicuramente umanitario, ma anche dal sapore politico. Un segnale di forte cambiamento che il neo primo ministro ha voluto inviare all'Europa, ma anche a quella sinistra che gravita attorno a Podemos, partito spagnolo d'ispirazione socialista, propugnatore della difesa dei diritti sociali e dunque molto sensibile alla linea umanitaria nei confronti dei profughi. .








© RIPRODUZIONE RISERVATA