Airbus stabilimento Usa, da Mobile il primo A321 a carburante sostenibile

Giovedì 20 Settembre 2018
(Teleborsa) - Mobile, stabilimento Airbus dello stato Usa dell'Alabama. Il primo A321 in consegna alla low cost americana JetBlue decolla per raggiungere la base della compagnia al John Fitzgerald Kennedy di New York. Ha nei serbatoi il 15% di carburante sostenibile per alimentare i suoi due reattori. Sono in tutto cinque gli A321 da consegnare a JetBlue entro fine 2018 assemblati appunto nello stabilimento di Mobile. Carburante certificato da Air BP, mentre il rifornimento dell'aeromobile è compito Signature Flight Support, il fornitore di servizi di rifornimento di Airbus di Mobile.

Per garantire maggiore impegno nei confronti della sostenibilità lungo l'intero ciclo di vita degli aeromobili, Airbus ha anche annunciato che lo stabilimento di Mobile ha ricevuto ufficialmente la certificazione ISO 14001. La ISO 14001 è uno standard internazionale su base volontaria che stabilisce i requisiti per il sistema di gestione ambientale. La certificazione copre attività, prodotti e servizi di 20 siti attraverso 7 Paesi, per un totale di oltre 56.000 dipendenti. Airbus è stato il primo costruttore di aeromobili a ottenere la certificazione ISO 14001 per tutti i suoi siti, prodotti e servizi.

E' dal maggio 2016 che Airbus offre ai propri clienti la possibilità di prendere in consegna i nuovi aeromobili da Tolosa, in Francia, utilizzando una miscela di carburante sostenibile. Ora è così la volta di Mobile. Ultimate le consegne a JetBlue, Airbus stabilirà i passi successivi per offrire questa possibilità a un numero maggiore di clienti che prendono in consegna gli aeromobili dall'impianto in Alabama. Anche se non in tempi immediati, Airbus prevede di la produzione industriale di combustibili sostenibili per l'aviazione negli Stati Uniti sud-orientali.

"Il nostro obiettivo è di procurarci il carburante sostenibile nella parte sud-orientale degli Stati Uniti - dice Frederic Eychenne, Head of New Energies di Airbus - e avremo così l'opportunità di lavorare a stretto contatto con gli stakeholder locali per potenziare la produzione e la commercializzazione di carburanti per l'aviazione nella regione. Siamo alla ricerca di idee per far leva sulla strategia di Airbus al fine di generare opportunità di nuovi sviluppi economici in Alabama".

"Si tratta di un ulteriore esempio di come JetBlue riconosca che un futuro sostenibile per l'aviazione richiederà la collaborazione da parte di tutti i soggetti del settore - dichiara Robin Hayes, Chief Executive Officer di JetBlue - in quanto il carburante sostenibile dimostra la convinzione di JetBlue che possiamo contribuire a definire il futuro percorso del nostro settore. Il nostro obiettivo è di fare da market maker per il carburante rinnovabile, creando la domanda e, di conseguenza, sostenendo l'offerta. Stiamo lavorando a stretto contatto con Airbus per costruire le infrastrutture che consentiranno ulteriori possibilità nel sud est del Paese".

E Matt Elliot, Chief Commercial Officer di Air BP, aggiunge: "L'industria dell'aviazione si è posta obiettivi ambiziosi per quanto riguarda la riduzione delle emissioni di carbonio; il settore è in crescita e questi risultati saranno raggiunti soltanto attraverso il supporto dell'intera "supply chain". Stiamo lavorando a stretto contatto con i vettori e i costruttori di aeromobili, come Airbus, per guidare il cambiamento promuovendo e garantendo l'offerta di carburante alternativo sostenibile".

"Signature Flight Support è fiera del proprio ruolo nel sostenere Airbus e JetBlue nel loro sforzo mirato a utilizzare carburanti sostenibili - precisa da parte sua Mark Johnstone, Chief Executive Officer di BBA Aviation e CEO di Signature Flight Support - perché BBA Aviation e Signature Flight Support sono impegnati a ridurre il loro impatto sull'ambiente e a fornire al settore innovazioni che possono contribuire a guidare questo sforzo". Johnston collabora anche con Air BP per offrire ai clienti business jet, carburante a zero emissioni di CO2, compensando queste emissioni attraverso il programma BP Target Neutral.



© RIPRODUZIONE RISERVATA