Borse, Milano in testa all'Europa spinta da Eni e banche

Mercoledì 18 Febbraio 2015
Giornata di acquisti sulle borse europee, con Milano che indossa la maglia rosa. A favorire lo shopping l'allentarsi delle tensioni tra la Grecia e i creditori europei, che ha fatto passare in secondo piano la situazione in Libia e quella in Ucraina.



Scende lo spread, attestandosi a 125 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il Btp decennale riporta un rendimento dell'1,63%.



Tra i listini europei, seduta senza slancio per Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,60%, ferma Londra mentre Parigi mostra un + 0,95%.



Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo dell'1,85%. Tra le migliori blue chip di Piazza Affari, acquisti a piene mani su Banca Mps, che vanta un +4,83%. Effervescente Banca Popolare di Milano, con un progresso del 4,71%. Incandescente Banco Popolare, che vanta un incisivo +3,78%. In primo piano Mediaset, che mostra un forte aumento del 3,62%.



Brilla l'Eni, che sale del 3,37%, dopo conti oltre le aspettative. Su di giri anche Saipem +3,40%, all'indomani della trimestrale.



Tra i più forti ribassi, invece, bilancio negativo per A2A, che arretra dell'1%. Sottotono Buzzi Unicem che mostra una limatura dello 0,79%.



Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio, 12:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Per cena compra il mouse». Strane mamme su WhatsApp

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma