Fisco, pronto il nuovo redditometro: oltre 100 spese ai raggi X

Sabato 5 Gennaio 2013 di Umberto Mancini
ROMA - Confronterŗ reddito e capacitŗ di spesa. Lasciando ben poco spazio agli evasori. Da marzo il nuovo redditometro completerŗ, come previsto, gli strumenti in mano al Fisco per stanare i furbi. Dopo una fase di messa a punto e rodaggio, ieri √® arrivato il via libera con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del provvedimento. Si partir√† dall'anno d'imposta 2009 con indagini approfondite e penetranti. Il nuovo sistema dell'Agenzia delle Entrate servir√† a mettere sulla bilancia stili di vita e redditi sulla base di oltre 100 voci di spesa. Il redditometro potr√† basarsi sia su ¬ędati puntuali¬Ľ, cio√® le dichiarazioni dei redditi o le bollette, sia sulle informazioni immagazzinate dall'anagrafe tributaria, anche grazie al lavoro di Serpico, il super computer che fornir√† l’identikit patrimoniale e bancario di ogni contribuente.



LE SPESE

Il Fisco verificher√† anche le spese medie calcolate dall'Istat ed esaminate per aree geografiche. Le voci del nuovo strumento sono state aggiornate e spaziano su pi√Ļ fronti: dagli investimenti agli immobili alle auto ai caravan, fino alle imbarcazioni e agli aerei.



LA DIFESA

Sarà il contribuente a dover dimostrare che il finanziamento delle spese è avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nel periodo d'imposta, redditi esenti o comunque esclusi dalla base imponibile o perché c'è stato il contributo di altri soggetti. Inoltre il contribuente potrà contestare e dimostrare il differente ammontare delle spese che il Fisco gli attribuisce. L'amministrazione finanziaria tra febbraio e i primi giorni di marzo metterà poi a punto le liste selettive dei contribuenti a rischio evasione e da sottoporre ad accertamento.



Di fatto però è già possibile anticipare le mosse del Fisco con un auto-controllo. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate è infatti disponibile il Redditest, che consente a ciascun contribuente di inserire i vari dati sulle spese e verificare se il reddito dichiarato è coerente con le spese affrontate. Il paniere delle voci di spesa che finirà sotto la lente del fisco è vastissimo e copre praticamente qualsiasi tipo di acquisto, dalla spesa per gli alimentari ai giocattoli, dalle scommesse online al cavallo, dall'assicurazione per l'auto alla retta per l'asilo nido, dai detersivi alle spese per taxi, passando per gioielli, pay-tv, bollette elettriche o il rimessaggio per la barca.



Le singole voci di spesa terranno conto poi delle cinque aree geografiche in cui √® stata divisa l'Italia fiscale e delle 11 tipologie di famiglie, che abbracciano un p√≤ tutte le situazioni, dai single alle famiglie numerose, dai nuclei monoparentali alle coppie di anziani soli. In ogni caso il redditometro non coprir√† tutte le possibilit√† di accertamento perch√® ¬ęresta ferma - si legge nel decreto - la facolt√† dell'Agenzia delle Entrate di utilizzare anche elementi di capacit√† contributiva diversi¬Ľ da quelli riportati nella tabella allegata al decreto dell'Economia. Ad essere prese in considerazione non saranno solo le spese del contribuente ma anche quelle del coniuge e di tutti i familiari a suo carico.


Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 19:27