Tasse, la Ue all'Italia: le sposti dal lavoro alla casa

Lunedì 28 Settembre 2015
14
Pier Carlo Padoan

L'Italia come molti altri Stati membri ha «un peso fiscale relativamente alto sul lavoro, e ci sarebbe almeno un margine per spostare il peso fiscale a imposte meno distorsive, come quelle sui consumi, quelle ricorrenti sulla proprietà immobiliare e quelle sull'ambiente». Così il rapporto Ue sulla fiscalità.

L'Italia come altri stati membri «ha tasse relativamente alte sulle compravendite immobiliari mentre le tasse annuali sulla proprietà non sono particolarmente alte», per cui «c'è spazio per migliorare l'efficacia modificando la struttura tributaria nell'ambito della tassazione sui beni immobiliari», si legge inoltre sul rapporto.

Ultimo aggiornamento: 17:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA