Ilva, Emiliano: «Via il ricorso se ci sono garanzie sulla salute dei cittadini»

Venerdì 5 Gennaio 2018
Il governatore della Puglia Michele Emiliano apre alla trattativa col presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, sul piano ambientale dell' Ilva impugnato da Regione e Comune di Taranto, purché si ottengano dal governo le garanzie di una apertura al processo di decarbonizzazione e della applicazione della legge regionale sulla previsione del danno sanitario. «Stiamo chiedendo al governo - ha detto - di rispettare le leggi, la Costituzione, la salute dei cittadini. Se non le avremo il ricorso non sarà mai ritirato». Emiliano ne ha parlato con i giornalisti oggi, a margine di una conferenza stampa su un nuovo volo da Bari per Mosca. «Se invece avremo queste garanzie - ha sottolineato il governatore della Puglia - è evidente che nessuno di noi ha intenzione di mantenere in piedi un contenzioso che non abbia un significato di tutela della salute delle persone». Parlando delle condizioni su cui Regione e Comune di Taranto si concentreranno nella controproposta alla bozza del Protocollo di intesa sull' Ilva inviato loro dal governo che ha recepito in parte le richieste degli enti locali, Emiliano ha detto che «se raggiungiamo un accordo sulla applicazione della legge regionale sulla previsione del danno sanitario, e otteniamo la possibilità di dimostrare che la decarbonizzazione non ha questo differenziale di costo così elevato come si sostiene, e che quindi si parte con la decarbonizzazione almeno sui due gruppi da ristrutturare, allora noi siamo a buon punto».  Ultimo aggiornamento: 21:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Gli strapperei le braccia»: Dessì e la cura al malaffare

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma