Dazi, la Cina promette il taglio delle tariffe all'import di auto

Martedì 10 Aprile 2018
La Cina allenterà i limiti agli investitori stranieri nel settore dell'auto e taglierà i dazi all'import di veicoli: sono alcune delle misure annunciate dal presidente Xi Jinping parlando al Forum di Boao, nell'isola di Hainan, e assicurando un «allineamento» del sistema cinese alle norme finanziarie e del commercio internazionali. Xi ha elencato quattro passaggi guida: più apertura dei mercati, ambiente più attrattivo per gli investimenti, protezione effettiva della proprietà intellettuale e ampliamento delle importazioni.  La particolare enfasi posta da Xi al settore dell'auto rimanda inevitabilmente a Donald Trump, che ha definito «un commercio stupido» la pratica consolidata che vede i veicoli esportati dalla Cina agli Usa sottoposti a dazi del 2,5%, a fronte del 25% imposto in direzione contraria. Nel suo intervento di circa 50 minuti, Xi non ha fatto una diretta menzione del presidente americano e del contenzioso bilaterale sul commercio: ha rinnovato l'affermazione che la Cina ha una posizione d'apertura e che la porta «non sarà chiusa, ma aperta di più». Per questo, i mercati saranno più accessibili alle compagnie straniere e Pechino «ribasserà significativamente» i dazi sulle importazioni di auto (e di altri beni) quest'anno e allenterà i limiti alla proprietà «quanto prima possibile. Prenderemo - ha aggiunto - l'iniziativa di ampliare l'import di prodotti che sono competitivi e di cui il popolo cinese ha bisogno».  Ultimo aggiornamento: 19:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA