Spending review, Renzi liquida Cottarelli: «Faccia quello che crede Taglieremo anche senza di lui»

Giovedì 31 Luglio 2014
11

«Il lavoro continua, non ho niente da segnalare». Risponde così il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, a una domanda sulle indiscrezioni circolate che lo darebbero pronto a lasciare il suo incarico.

«Rispetto e stimo Cottarelli: farà quello che crede. Ma non è Cottarelli il punto fondamentale: la spending review la facciamo anche se va via, dicendo con chiarezza che i numeri sono quelli», ha tagliato corto il premier Matteo Renzi alla direzione Pd.

L'allarme L'ipotesi è spuntata dopo l'allarme lanciato dal commissario sull'assenza di copertura di alcune spese già autorizzate dal governo. Sul punto ieri Cottarelli ha lanciato l'allarme: «Si sta diffondendo la pratica di autorizzare nuove spese indicando che la copertura sarà trovata attraverso future operazioni di revisione della spesa» e «il totale delle risorse» già spese «prima di essere state risparmiate ammonta ora 1,6 miliardi per il 2015».

Padoan Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha driblato una domanda sulle critiche ai criteri di spesa arrivate ieri da Carlo Cottarelli. «Non c'entra con questo evento - ha detto durante la conferenza stampa con l'omologo francese Michel Satin - Lo dico anche per rispetto a lui. Non mi pare la sede per rispondere».

Ultimo aggiornamento: 1 Agosto, 10:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma