ROMA

Cosaporto, decolla da Roma il delivery del regalo perfetto per cena. Nuovi soci in vista

Domenica 9 Luglio 2017 di Roberta Amoruso
Uno dei negozi partner
Non è solo food delivery, ormai terra battuta da tempo dai grandi negli Usa, Amazon, Google e Uber, o dai cugini più “piccoli” in Europa, Just Eat, Foodora, Deliveroo, Foodinho, solo per fare alcuni nomi. C’è una strat-up tutta italiana e, per ora, tutta della Capitale, che va a caccia del cadeaux perfetto da portare a cena. «Vieni a cena da noi? Con piacere! Cosa Porto?». È nata così tre mesi fa a Roma Cosaporto.it, dall’idea del socio fondatore Stefano Manili. Una piattaforma (www.cosaporto.it) con pochi prodotti di eccellenza, prevalentemente dolci, vino, gelati e fiori, pochi negozi altrettanto selezionati, e con consegna a domicilio in tutta la città. Tutto in due ore.

Un business che cresce in fretta, stando ai primi numeri, e guarda già alle prossime tappe. Un primo round per fare entrare nuovi investitori a breve per aprire la strada anche a Milano, primo obiettivo entro il 2018, ma poi anche Torino e Napoli, in futuro. Una roadmap che guarda anche all’ingresso di un fondo o più dalle spalle larghe. «A chi non è capitato di fare tardi in ufficio, con un invito a cena per la sera stessa e la preoccupazione di non riuscire a portare quel pensiero originale e di gusto a cui avevi pensato ma che si trova dall’altra parte della città? L’idea nasce per dare una soluzione pratica a questa situazione che a noi romani capita molto spesso», racconta Manili.

La filosofia? «La passione per la continua ricerca di prodotti di qualità abbinata all’esperienza professionale sulle nuove tecnologie hanno fatto il resto. Il nostro modello di business si basa sulla ferrea selezione di un numero limitato di negozi, con i quali abbiamo un forte rapporto di partnership che consente loro di estendere il raggio d’azione a tutta Roma e garantisce ai nostri clienti prodotti di altissima qualità e continue idee per dei pensieri originali e di gusto, eliminando finalmente il problema del tempo e della distanza». Al resto ci pensa, quanto pare, la semplicità d’uso del sito, l’elevato livello di qualità dei prodotti e la consegna anche in due ore dall’ordine. Non solo. La partnership stretta con pochi negozi selezionati conta di aprire la strada anche a un altro canale tutto nuovo per questo mercato, il b2B. Si tratta della possibilità per ristoranti e alberghi, per esempio, di rifornirsi da questi negozi, ma anche di gestire il processo di ordine, fatturazione e delivery, tutto on-line. Addio pezzi di carta insomma.

  Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 13:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma