Emma Marcegaglia, prima donna alla guida di Confindustria, si racconta a "Le Ragazze" su Rai3: «Negavo la mia femminilità»

8 marzo: Emma Marcegaglia, prima donna alla guida di Confindustria, racconta il suo succeso a "Le Ragazze" su Rai3
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Marzo 2021, 13:37

Il Covid si è abbattuto sul mondo del lavoro come uno tsunami. La fotografia dal Censis parla chiaro: le donne sono fra le due categorie, insieme ai giovani, che maggiormente stanno pagando il prezzo di questa grave crisi economica. Nel giorno dell’8 marzo in cui il messaggio sull’emancipazione femminile diventa anche un momento per fermarsi a riflettere ricordiamo le parole espresse in merito da Emma Marcegaglia, la prima donna alla guida di Confindustria, durante la sua bellissima intervista a #Le Ragazze, Rai 3, prodotto da Pesci Combattenti.

8 marzo: Italia ha più astronome al mondo, sono il 21% nell'Uai** 

«Ho sempre avuto quest’idea che fosse importante manifestare ma soprattutto fare, cioè avere esempi di donne che riuscivano e aiutarci per averne sempre di più». Emma Marcegaglia è stata Presidente di Eni, Presidente dell’Università Luiss Guido Carli e prima donna nominata alla guida di BusinessEurope, associazione che rappresenta le Confindustrie europee. «Tendevo certramente ad avere atteggiamenti più maschili, negavo la mia femminilità, ero rigida, un po' dura» rcconta al programma di Rai3, «ero un modello emulativo degli uomini, per essere una donna di potere dovevo fare l'uomo di potere».

Lavoro, donne e pandemia: fotografia CNA, tra luci e ombre

© RIPRODUZIONE RISERVATA