Moda, 5 trend ma così bon ton: dal blazer maschile all'abito a pieghe

Moda, 5 trend ma così bon ton: dal blazer maschile all'abito a pieghe
di Anna Franco
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 13:34 - Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 09:09

Sì, è bella, capiente, leggera, ed è stata una compagna fedele di lunghe e piacevoli giornate.

Ma è giunta l’ora di riporla nell’armadio e di tenerla lì fin quando le giornate non torneranno ad allungarsi di nuovo. Si parla della borsa di paglia, che ha fatto il suo tempo. E hanno fatto il loro lavoro anche quei sandaletti coi quali vi siete inerpicate per le stradine dello shopping di qualche isola mediterranea così come su dune di sabbia bianchissima. Oltre all’abbronzatura potete tenere ancora con voi quel vestito estivo un po’ gipsy: può essere reinventato con un maglione over e un paio di stivali e diventare un jolly dell’autunno portando con sé sempre un po’ del vento tiepido dell’estate.

OLTRE GLI SCHEMI

Ma non si vive solo di stagioni passate e ricordi e, mentre le vetrine dei negozi espongono le nuove collezioni, c’è già quella irrefrenabile voglia di fare acquisti. Non fosse altro che come incentivo per ricominciare un anno di impegni e lavoro, che non è sempre facile da affrontare e mettere a fuoco. Per non farci troppo attanagliare dai sensi di colpa da fashion victim, puntiamo sul basico, su quei capi necessari per riprendere il ritmo, con la promessa che si avranno molti altri mesi per riempire il guardaroba di delizioso superfluo. Primo acquisto: un blazer. Maschile, dalla linea asciutta, ma anche leggermente over, severo il giusto, decisamente immancabile. Da vivere ogni giorno e da trasformare a seconda del look. Da provare con una cintura in vita, che, però, tanto per avere un tocco diverso, può essere in maglia o una cravatta o anche un corsetto. Quello di Fabiana Filippi è rigoroso, vagamente severo, ma si sposa bene con tanti capi e non solo con i suoi pantaloni del completo. Senza dimenticare il layering, ovvero la stratificazione: quando farà più fresco la giacca può essere indossata (e fare la sua figura) sotto un maglione ampio e caldo, di quelli norvegesi con le trecce, per intenderci, per esempio. Insomma, è importante uscire ogni tanto dai soliti schemi e giocare sol sotto sopra. Per chi le cose vuole un po’ sudarsele, il consiglio è girare per negozi o mercatini vintage: da qualche parte troverà il suo blazer ideale. Vanno benissimo anche quelli da uomo.

Altro capo da mettere nella lista della spesa è la camicia. Non bastano mai e si mixano in tanti modi e a proprio piacere. Da provare le sfumature color senape, che sono in pole position per la stagione autunnale, come quella di United Colors of Benetton: leggera, ampia, dalla linea svasata da uomo, si indossa su longette e pantaloni senza troppi pensieri. E, poi, un abito o una gonna bon ton sono necessari, in colori da foliage, come il bordeaux, che ben si abbina anche a qualche residua doratura estiva. A pieghe piatte, come il modello di Max Mara, si accompagna a giacche, maxi cardigan, giornate di lavoro, sere di aperitivi e a scarpe con il tacco, mocassini e stivaletti.

AI PIEDI

A proposito di calzature, vietato rinchiudere totalmente il piede dopo che ha vissuto a pieno la sua libertà estiva. Un paio di slingback sono perfette: serie il giusto, civettuole abbastanza. Soprattutto se sono di un argento assertivo come quelle di Prada: c’è un qualche outfit col quale non stanno bene? Infine, la borsa. Tra tutte le it bag del momento il suggerimento è di portare su una tracolla dalle medie dimensioni. Meglio iniziare il nuovo anno di impegni con fardelli non troppo eccessivi e con un accessorio che non ingombri le mani. Guardare al modello Fendi First in morbida nappa color verde militare. Per la sera può essere trasformata in un attimo in una clutch: la scintilla d’amore è già scoccata. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA