Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il trend di stagione è mini: dalla gonna alla borsa, 5 outfit senza paura

Maglia e minigomma in denim Missoni
di Anna Franco
6 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Aprile 2022, 14:37 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 08:19

Aiuto, mi si sono ristretti gli abiti! Niente panico, nessun lavaggio sbagliato: il mini è il trend che imperverserà in questa estate. Fior di studi hanno dimostrato che quando le gonne si accorciano è perché l’economia è prospera, il momento a dir la verità è un po’ complicato, e forse è più un auspicio che un assioma. Un po’ di ottimismo comunque non fa male, anche se questo non deve celare un po’ di sana autocritica. A riportare in auge le sottane corte di questa stagione è stata lei, Miuccia Prada con quel fazzoletto di stoffa sforbiciata ad arte mentre allestiva la sfilata Miu Miu a Parigi. Da lì l’abbiamo vista ovunque e su chiunque: tasconi laterali che sono l’unico cosa maxi di questo modello, che stende la sua striminzita area di tessuto tra una vita bassissima (sì, è tornata pure lei, facciamocene una ragione) e un orlo approssimato. Ha cinto modelle, rivestito cover di magazine, ha accompagnato le influencer nel loro tragitto macchina sfilata pur nei meno dieci gradi di New York ed è apparsa anche su testimonial curvy o su chi ha superato gli anta, come Nicole Kidman sulla copertina di Vanity Fair USA. Però, data le sue ridotte misure e il fatto che non possa proprio essere indossata ovunque e comunque, perché va bene in prima fila a un fashion show, ma in ufficio o sulla metro sarebbe vagamente inappropriata, suggeriamo qualcosa di più a modo.

MISURA PER MISURA

Guardare a Missoni, ad esempio. La linea dritta, ma non rigida e quei bagliori metallici hanno un tocco discreto. E, poi, importanti sono anche gli abbinamenti e le occasioni. Chiaramente ogni età, ogni fisicità, ma anche ogni luogo ha un suo sottofondo di dress code. La pancia e le cosce scoperte non sempre sono l’abbinata più adatta. E, allora, anche le fan di Mary Quant possono rimediare abbinando la micro sottana con una camicia leggermente over e maschile o con una maglia semplice. La vostra figura svetterà felice senza troppe ansie e, se siete sempre state tipe da pantaloni, via con gli short. La misura sceglietela in base alla tornitura di coscia e ginocchio e via. Anche Kristen Stewart ne ha scelti un paio (cortissimo e firmato Chanel) sul red carpet addirittura degli Academy Awards. Chi ve li può negare per un giro in centro? Unica accortezza: anche qui, bilanciare. Il tacco 12 meglio lasciarlo nella scarpiera e preferire qualcosa di più misurato. Gli anni Ottanta, infatti, sono finiti da un po’ insieme alla voglia di sfoderare ogni arma di seduzione a ogni passo e con esiti assai poco femminili. Per slanciare il polpaccio può bastare il rialzo discreto di uno stivaletto e di un kitten high.

ABBINAMENTI GIUSTI

E sempre per non eccedere, il crop top e tutte le sue declinazioni, come le giacche che terminano ad altezza costato, meglio abbinarlo con un pantalone lungo o una gonna gipsy. Alcuni di questi capi sono poco più di un reggiseno, da indossare preferibilmente quando non si ha un decollete eccessivamente prosperoso. Possono essere abbinati a un maxi cardigan o un blazer maschile con una scollatura a V e catene sottili che fan brillare lo scollo. Insomma, il bikini va bene in spiaggia, un po’ meno in una stanza di ufficio, dove, peraltro, l’aria condizionata va poco d’accordo con le nudità esasperate. Con la giacca corta occhio ai fianchi: se trovate i vostri poco aggraziati, meglio evitarla. E se la pancia al vento non vi attira molto, basta indossarci sotto una canottiera leggera e aderente, una maglia in microfibra o una candida camicia slim fit, ma mai nulla che si perda in pieghe di abbondanza di stoffa. E, poi, se scoprire il corpo non è così attraente via con le mini bag. Si, sembra che possano contenere a stento smartphone e chiavi, ma le donne sanno essere maestre del tetris accessorio. Quindi, raccogliete il guanto della sfida e liberatevi del superfluo: ogni cosa avrà un suo posto in uno spazio della grandezza del vostro palmo di mano e sembrerete donne essenziali e molto organizzate. Oltre che chic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

NELL'ARMADIO

Oltre alle gambe c'è di più

Gambe dorate e scoperte e un bel sandalo basso o uno stivaletto. Sopra, un top o, in occasioni in cui è meglio non lasciare la pancia troppo scoperta, optare per una camicia maschile o una maglia leggera in microbifra, così come una basica t-shirt, percché la semplicità, tante volte, è la scelta migliore.

Missoni, top in maglia con fantasia patchwork, 1.390 euro, e minigonna in denim argentato e lurex, 490 euro.

Il nuovo completo è pronto per l'estate

Che il tailleur sia noioso e scontato ditelo a qualcun altro. Questo è composto in giacca e short in lino. La prima è caratterizzata da un modello lungo e un collo a V con rever. La chiusura è con doppia abbottunatura. I secondi sono a vita alta con pinces, hanno un taglio paerbag e la cintura staccabile. Entrambi fanno parte della linea Committed, ovvero prodotti con fibre e/o processi di produzione sostenibile.

Mango, giacca 69,99 euro, short 29,90 auro

Ogni cosa ha il suo posto

Piccola, ma con stile e con una sua insospettabile capienza, la Gucci Bamboo 1947 è una borsa, da indossare a spalla o a mano a seconda delle proprie preferenze, rielaborata in chiave contemporanea per la collezione Aria. Emblema delle origini della griffe, il bambù caratterizza le collezioni del marchio fin dagli anni Quaranta. Dopo oltre ottant'anni, il materiale definisce il design di questa mini borsa. L'accessorio è realizzato in pelle nelle tonalità che richiamano la voglia di giocare e di sorprendersi. Le finiture sono in color oro e c'è un portacarte interno.

Gucci, 2.200 euro

Il top che non ti aspetti è una giacca

Per chi non se la sente di andare in giro (quasi) in costume, ma non vuole perdere nemmeno una tendenza, la giacca cropped è perfetta. Questa è in tessuto sablé, con taglio boyish e look iper femminile. Le nuance vibranti del corallo regalano un tocco energetico e grintoso ad un modello da indossare su abiti o top estivi. Da provare con una gonna gipsy, con un paio di pantaloni slim corti al polpaccio e con una canottiera o una camicia aderente.

Patrizia Pepe, 298 euro

Sotto a tutto e soprattutto immancabile per ogni look estivo

Va con camicie aperte e un po' ampia, può spuntare da maglie scollate o sotto un blazer ampio e dal taglio maschile. E, poi, uscire allo scoperto quando si ha voglia di libertà e, magari, di sentire il sole sulla pelle. Il top è pratico e confortevole, perché senza cuciture. Adatto sia per un look sportivo se abbinato ai leggings oppure a un look più casual se abbinato a pantaloni o shorts. Il tessuto elastico permette al corpo di muoversi liberamente, rimanendo sempre fresco.

Yamamay, 19,95 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA