Tendenza accessori di primavera, borse e scarpe: l'allegria è nei dettagli

La shopping Timeless di Tod's
di Anna Franco
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Marzo 2022, 11:24 - Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 09:48

Basta con la monotonia, molto meglio essere imprevedibili e mai scontate. Anche e soprattutto nei dettagli.

Per questo è importante sempre, come regola base, non calzare mai un paio di scarpe qualsiasi o afferrare la prima borsa che capita sotto gli occhi, appena prima di varcare la soglia di casa per uscire. Questa estate, che arriva ancora con l’ombra del Covid e sotto i neri orizzonti della guerra in Ucraina, spinge, anche se magari solo con la fantasia, a cercare un po’ di conforto nelle nostre abitudini, com’è il cambio di stagione dei nostri armadi. Il colore spudorato e intrigante colpisce anche gli accessori ed è un mood da sfruttare pure con la brutta stagione. Pensateci bene: quanto un punto di vivacità può ravvivare anche il classico cappotto nero o cammello?

LE NUOVE REGOLE

Meglio non abbinare scarpe e borse: si usava farlo tanto tempo fa e farebbe sembrare il look subito parecchio datato. Meglio giocare con similitudini. La scarpa ha una fibbia o un tacco giallo? Abbinarla a una borsa di uguale nuance può essere una tecnica di richiami sottile e divertente. Nessun dialogo, invece, con gli abiti: gli opposti si attraggono e possono anche attrarre sguardi di ammirazione.

GLI OPPOSTI

Il contrasto è divertente non solo se cromatico, ma anche di texture. Per esempio, il satinato andrà a braccetto con l’opaco e la finitura metallica con quella matte e leggermente ruvida, ma molto duttile, del camoscio. E, poi, se bisogna osare bisogna farlo bene, fino in fondo, con convinzione. Tutte quante possiamo aggiungere i necessari centimetri che ci separano dall’agognata altezza ideale grazie a un semplice plateau, quel rialzo dall’aria un po’ sbruffona che riequilibra le differenze tra tacco e suola e, al contempo, dà un bello stacco dal terreno. Il trucchetto in questione è tornato tantissimo di moda ed ha calcato qualsiasi passerella: chi siamo, quindi, noi per non collezionarlo nella scarpiera? Quello da avere è in tinta con la tomaia e, ovviamente, esagerato. Ma niente nero o colori basici: bisogna scegliere colorazioni shock, solari, vivacissime. Guardare al sandalo Roger Vivier per avere una spiegazione illustrata e una valida ispirazione.

La mule platform in vernice gialla di Roger Vivier

Del resto anche le amate e odiate Birkenstock si vestono di fibbie gioiello e di velluti cremisi, ma sembra che la famosa suola che si adatta al passo e che le rende ultra comode rimanga invariata. Il modello è frutto di una collaborazione tra la casa tedesca e Manolo Blanhik. Vanno bene sotto i tailleur, ma anche sotto quegli svolazzanti e lunghi abiti estivi che piacciono tanto a chi ha un animo gipsy. E per le borse, via dal solito marrone. Anche qui una cascata di colori che dona allegria e porta la fantasia a fuggire dal momento non proprio felice.

La shopping Timeless verde di Tod's

Blu elettrico, rosa confetto o shocking, ma anche verde smeraldo, come suggerisce la shopping firmata Tod’s, per trasformare le borse da semplici contenitori ad accentratori di visibilità. E, ora, si è davvero pronte a uscire di casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA