Gender Gap, ai Giochi del Mare in Abruzzo un euro in più alle donne che lavorano nello staff

Un'immagine da una precedente edizione dei Giochi del Mare
di Rosalba Emiliozzi
4 Minuti di Lettura

Sotto il segno della donna l’edizione 2021 dei Giochi del Mare di Vasto. La presenza femminile sarà una bandiera di queste “olimpiadi” post Covid organizzate in Abruzzo, tra i monumentali trabocchi della costa di Vasto, in provincia di Chieti. Si inizia il 4 giugno per una maratona di cinque giorni all’insegna di tutti gli sport che hanno a che fare con l’acqua e la sabbia. Un anticipo di estate e bellezza, che parte con un forte segnale d’attenzione verso le donne: saranno pagate un euro in più rispetto agli uomini. «È un segno di attenzione», dice Barbara Durante, segretaria generale della Federazione italiana pesca sportiva, attività subacquee e nuoto pinnato (Fipsas) che organizza l’evento in collaborazione con la Regione Abruzzo.

L’IDEA

Un gesto che vuole essere anche una risposta, dal valore simbolico, alla grave perdita di posti di lavoro tra le donne. Il dato è allarmante, da giorni rimbalzano dappertutto i dati dell’ultimo rapporto Eurispes: su 444mila posti persi, dopo i primi dieci mesi di pandemia, 312.000 riguardano donne. Le prime, loro, a dover “cedere il passo” alla crisi innescata dal Covid-19. E allora da Vasto, dove il mare incontra i versi di D’Annunzio, passerà un messaggio concreto. Le volontarie impegnate nella manifestazione riceveranno un euro in più rispetto ai volontari, «ma anche alle aziende, guidate da donne, che lavoreranno per i Giochi del Mare pagheremo le fatture con un euro in più» precisa Durante. L’idea è venuta dall’imprenditrice di Vasto, Sabrina Bocchino, consigliera leghista della Regione Abruzzo, che pone l’accento sulla disparità salariale. Gli ultimi dati dicono che il reddito mensile medio delle donne in Italia è inferiore del 18% rispetto a quello maschile e il divario sale al 30% nelle coppie con figli (Eige, European Institute for gender Equality). A Vasto si incroceranno molte storie di donne che per preparazione e caparbietà hanno azzerato il gender gap, a partire dalla comandante del porto, la giovane tenente di vascello Francesca Perfido, esperta di sicurezza della navigazione, alla guida della Guardia costiera renderà sicure le gare in mare. Nel fitto programma agonistico si scorge una lunga lista di atlete chiamate al ruolo di protagoniste. Come ha annunciato il presidente della Fipsas, Ugo Claudio Matteoli, durante le Olimpiadi degli sport estivi verranno tentati due record mondiali in apnea dinamica lineare: quello con monopinna è affidato alla campionessa piemontese, Livia Bregonzio (assistita dalla pluripremiata Alessia Zecchini di Roma), nell’altro record con pinne per diversamente abili si cimenterà Ilenia Colanero, atleta abruzzese di grande talento (assistita dal detentore di due record del mondo, Fabrizio Pagani di Terni e da Rosanna Brunetti di Trieste). Sulla sabbia vedremo partite di badminton con grandi performance di atlete, e anche qui ci sarà la presenza di sportive disabili. Lo stesso nel nuoto pinnato. Davvero spettacolare il Ttx, il tennis da tavolo sbarca in riva al mare per iniziare dall’Abruzzo la sua marcia a livello internazionale. Poi due sport mitici: il beach soccer e il beach volley. E a proposito di pallavolo, nei tornei arbitri e segnapunti saranno tutte donne e il 4, 5 e 6 giugno ci sarà uno stage della Nazionale juniores femminile ai Giochi del Mare - altro segno di attenzione - e la fotografa ufficiale sarà Sara Giuliani, romana, figlia d’arte.

LA PARTITA

Poi, la squadra femminile di beach rugby che si scontrerà in una partita mista contro gli uomini. Non si giocherà con i ritmi soliti del rugby - sarebbe impossibile - in campo scenderà più l’agilità che la forza: un match imperdibile. Molto atteso, infine, il primo trofeo nazionale con gare in notturna di surfcasting, che conta una Nazionale donne plurimedagliata: si tratta di pesca sportiva catch and release, che si pratica con lanci dalla spiaggia. Il 4 e 5 giugno si svolgeranno il Campionato italiano di video subacqueo e gli stage dei Club azzurri di fotografia subacquea e safari fotografico subacqueo. A contorno il 7 e 8 giugno, il professor Giuseppe Morino del Bambino Gesù sarà a Vasto per illustrare ai bambini i percorsi del gusto, mentre il professor Francesco Landi del Gemelli di Roma parlerà di Sprintt fishing, progetto che valuta l’impatto dell’attività di pesca sportiva sulla prevenzione delle fragilità degli over 65.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Maggio 2021, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 07:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma, bambino cade in un pozzo di 5 metri, estratto dai vigili dopo un'ora