Un team tutto al femminile per rilanciare il turismo in sicurezza nelle Alpi della patria di Mozart

Alice Rager e Madeleine Pritz
di Maria Serena Patriarca
3 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Luglio 2021, 17:56 - Ultimo aggiornamento: 18:30

Un team tutto al femminile per rilanciare il proprio territorio in un momento storico particolarmente sfidante. L’Ente del Turismo del Salisburghese, in Austria, affida ad uno staff di donne la strategia per promuovere il Land a livello internazionale, in un periodo così critico come quello dell’emergenza mondiale dovuta al dilagare del Covid e delle sue varianti. «La pandemia ha messo a dura prova il turismo e tutti noi che operiamo in questo settore ci siamo dovuti fermare e riflettere, esaminare attentamente la situazione e capire da dove partire», sostiene Yvonne Rosenstatter, responsabile marketing dell’Ente del Turismo del Salisburghese. Insieme alle market manager Alice Rager e Martina Rechner-Meilinger, la Rosenstatter si occupa della promozione del territorio alpino che fa capo a Salisburgo in diversi mercati europei e del mondo.

 

Cos’hanno in comune queste donne? Come loro stesse affermano, un amore smisurato per la propria terra e una grande passione per il proprio lavoro. «Abbiamo cercato di ripartire dalle caratteristiche che rendono il Salisburghese un luogo unico e diverso; abbiamo cercato di vedere questa pandemia come un momento indicato per analizzare i punti di forza del nostro territorio e valorizzarli al meglio», sostiene Yvonne. «Ora che pian piano i viaggi stanno riprendendo quota, siamo pronti a tornare ad accogliere i turisti nel rispetto delle normative in vigore. In questo periodo non abbiamo mai smesso di comunicare e promuovere la nostra destinazione, soprattutto nel mercato italiano, uno dei più importanti per il nostro incoming».

Con un mix di strategie di public relations e social il pool di donne manager mira a comunicare al pubblico le bellezze e l’autenticità di questa zona incontaminata dell’Austria, patria di Mozart, circondata dalle Alpi dove natura, cultura e storia si intrecciano dando vita e esperienze sempre più studiate anche a misura delle famiglie, con iniziative per intrattenere i bambini nei castelli o nei parchi naturali, lasciando più spazio al relax delle mamme. Nel territorio del Lungau, addirittura, i sentieri fra le valli sono stati realizzati per essere a misura di passeggino, e permettere passeggiate agevoli anche con bimbi piccoli. E in molte zone di montagna del Lungau stesso, magari in riva ai laghi alpini, mamme e piccoli possono fare insieme yoga (anche gratuitamente il giovedi, su prenotazione). «Sicuramente il nostro lavoro è cambiato, ma non i nostri obiettivi. Con la campagna social ‘Viviamo per momenti così’ puntiamo a promuoverci come il posto ideale dove trascorrere una vacanza all’insegna della spensieratezza dopo un periodo complicato, rendendo il Salisburghese un luogo dove ritrovare benessere e serenità in famiglia o con gli amici», continua Yvonne. I punti su cui il team ha deciso di scommettere sono essenzialmente le esperienze autentiche, la natura incontaminata, la gastronomia di alto livello che parte dai prodotti del territorio alpino, l’attenzione alla sostenibilità e alle esperienze green in sintonia con l'ambiente, così come una vasta offerta family oriented. Anche a livello delle singole aree del Salisburghese le donne stanno svolgendo un ruolo chiave nel settore del turismo. Johanna Klammer, dell’ufficio turistico di Zell am See  Kaprun, è fiera delle potenzialità del territorio di sua competenza, sia a livello culturale sia a livello naturalistico: si tratta di un’area che richiama un turismo internazionale, tra cui molte coppie in viaggio di nozze da Dubai. Anche nell’ufficio turistico del Lungau troviamo un team al femminile, composto da Madeleine Pritz e Maria Bogensperger. Complici le belle giornate di sole in questo periodo estivo, si promuovono gli itinerari detox nella natura ma anche i percorsi del gusto nelle malghe, con una particolare attenzione a incrementare il turismo ecosostenibile nel pieno rispetto dell'ecosistema alpino e all’insegna del family friendly. L’organizzazione e i servizi efficienti di queste aree permettono anche viaggi a donne single, in totale sicurezza e autonomia. Per ulteriori info: www.salisburghese.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA