Il Cnel avvia una consultazione pubblica sulla parità di genere

Lunedì 23 Novembre 2020 di Valentina Venturi
CNEL

Per comprendere quale sia l'attuale situazione legata alla parità di genere servono dati certi, informazioni dirette e notizie attuali. Per questa ragione il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro ha varato una consultazione pubblica sulla parità di genere per raccogliere informazioni sulla condizione della donna in Italia.

Lynn, licenziata perché transgender: le scuse di Ibm arrivano 52 anni dopo

«Dal 10 novembre guadagnano solo gli uomini»: il pay gap ruba alle donne cinquantuno giorni di stipendio
 
In Italia la condizione della donna nel mondo del lavoro è penalizzata dalla difficile conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che spinge in basso (49,7% dato Istat, contro il 60,4% Ue) la quota dell’occupazione femminile fra i 15 e i 64 anni e che induce il 27% delle donne madri ad abbandonare la propria occupazione alla nascita del figlio. Un dato salito al 38% con la pandemia (addirittura il 43% se con figli fino a 5 anni). Esiste ancora un elevato divario di genere in termini di lavoro non retribuito (nel quale le donne spendono in media 4 ore e 15 minuti al giorno, contro 2 ore e 16 minuti degli uomini).

 

 

«Sin dalla sua istituzione - ha dichiarato la vicepresidente Cnel Gianna Fracassi, coordinatrice del Forum - il Cnel ha dedicato grande attenzione alla parità di genere e ha contribuito, spesso in maniera determinante, all’elaborazione dei principali provvedimenti normativi di genere degli ultimi 50 anni tra cui, ad esempio, la “Disciplina legislativa del divieto di licenziamento delle lavoratrici a causa di matrimonio” (1962); quello sulla maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro, dal divieto di licenziamento causa matrimonio del (1963); la legge Golfo-Mosca sull’equilibrio di genere nei Consigli di amministrazione (2011). Molti anche i dossier e i rapporti nazionali, tra questi vale la pena ricordare il Rapporto sui percorsi professionali delle donne (1992). Nel 2019 il CNEL ha presentato il disegno su “Modifiche all’articolo 46 del codice delle pari opportunità tra uomo e donna, di cui al decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, in materia di rapporto sulla situazione del personale” e ha costituito il Forum permanente sulle pari opportunità». 

L’iniziativa, su proposta del Forum italiano per le pari opportunità istituito al CNEL, è realizzata in collaborazione con i Ministeri del Lavoro e delle politiche sociali, dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca e intende raccogliere il parere delle cittadine e dei cittadini italiani sulle diseguaglianze di genere in Italia. Per rispondere al questionario "FAI SENTIRE LA TUA VOCE, PARTECIPA ALLA CONSULTAZIONE!" il modulo da compilare è online: https://it.surveymonkey.com/r/W2SXJKC

© RIPRODUZIONE RISERVATA