GOVERNO

Lettera a Conte, nella task force del Recovery Fund il 50% sia formato da donne

Domenica 29 Novembre 2020 di Franca Giansoldati

Garantire il principio di uguaglianza e rappresentanza paritaria tra uomini e donne nella cabina di regia per il Recovery fund. E' la richiesta che è stata fatta al presidente del Consiglio, Conte dal network femminile Noi Rete Donne che raggruppa giuriste, avvocatesse, accademiche, politiche, giornaliste, sindacaliste, imprenditrici. Mentre si sta definendo il piano di ripresa a livello nazionale ed europeo con un organo politico e un comitato esecutivo per la realizzazione di una task force di 300 persone l'attenzione si sposta sulla presenza delle donne nei luoghi decisionali nella fase della ripresa.

«In questa situazione straordinaria, in attesa di dar corso al provvedimento legislativo da noi auspicato, le chiediamo di rispettare nelle designazioni e nelle nomine per definire e gestire il piano di ripresa e resilienza, l’equilibrio di genere nominando 50 per cento di donne e 50 per cento di uomini» si legge nella lettera.

Noi Rete Donne ha dato vita ad un osservatorio per garantire il principio di uguaglianza e rappresentanza paritaria in tutte le sedi decisionali, anche nelle nomine pubbliche sia governative che parlamentari con una proposta per una legge che dovrebbe risolvere il problema strutturale della disparità di genere, anche assicurando il riequilibrio in tutte le nomine e designazioni pubbliche. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA