La Francia è sessista, alti tassi di discriminazione e odio verso le donne in ogni settore: choccante ricerca nazionale

La Francia è sessista, alti tassi di discriminazione e odio verso le donne in ogni settore: choccante ricerca nazionale
di Franca Giansoldati
4 Minuti di Lettura
Martedì 24 Gennaio 2023, 11:57

Violenza on-line, abuso verbale via social soprattutto verso le ragazze. In Francia è stato misurato il livello del sessismo e una ricerca nazionale ha stabilito che resta a livelli «allarmanti» in ogni settore, dalla scuola al lavoro, dallo sport al tempo libero. Le donne restano il bersaglio privilegiato delle nuove forme di molestie. 

Miss Francia, la “livella” di Parigi sulla bellezza: le ragazze devono essere alte almeno 1,70

L'indagine ha anche rilevato che l'aumento strisciante dei fenomeni sono da considerarsi un effetto collaterale del movimento #Metoo da parte dell'universo maschile che in tutta la società francese sta cercando di «ridurre le donne al silenzio o screditarle». Il rapporto afferma che le situazioni di «discriminazione, violenza e molestie» hanno raggiunto «proporzioni allarmanti».

Guerra alle desinenze, il linguista Massimo Arcangeli: «La scrittura inclusiva una follia del politicamente corretto»

Lo studio condotto su 2.500 persone dall'Alta autorità per l'uguaglianza (HCE), un organismo consultivo, ha rilevato una crescita dei comportamenti sessisti in «tutti gli ambiti», con molti uomini che hanno definito accettabili i comportamenti violenti e discriminatori. In parallelo gli uomini più anziani restano ancorati ad atteggiamenti conservatori nella divisione dei ruoli maschili e femminili nella società. Solo i più giovani hanno occasionalmente mostrato tendenze aggressive e machiste.

Tra le donne intervistate di età compresa tra i 18 e i 24 anni, il 22% ha dichiarato di aver subito un "controllo psicologico o un'eccessiva gelosia" da parte di un partner e il 15% è stato picchiato dal proprio partner o ex partner. La percentuale sale al 20% tra le donne di età compresa tra i 50 e i 64 anni.

La Francia si scopre sessista, un libro scoperchia i danni delle donne molestate sul lavoro

Più di un terzo (37%) delle donne francesi intervistate ha dichiarato di aver subito rapporti sessuali non consensuali. Disaggregando le cifre, l'HCE ha rilevato che il 33% delle donne intervistate ha fatto sesso quando non voleva ma il partner ha insistito, il 12% ha avuto rapporti non protetti su insistenza del partner - percentuale che sale al 18% nella fascia d'età 25-34 anni.

Se ne deduce che il sessismo non sta affatto diminuendo in Francia dove da anni sono in vigore campagne a tappeto per mitigare la deriva maschilista. Al contrario, alcune delle sue manifestazioni più violente stanno peggiorando , e le generazioni più giovani sono potenzialmente le più colpite. Il quinto rapporto annuale sullo stato del sessismo – redatto in base alla legge sull'uguaglianza del 2017 – misura periodicamente il fenomeno. Una sorta di "Barometro del sessismo" condotto con l'Istituto Viavoice. 

Nonostante gli innegabili progressi nei diritti delle donne, la situazione è preoccupante. Nel 2022 sono stati compiuti progressi, in particolare con nomine significative in politica (Primo Ministro, Presidente dell'Assemblea Nazionale) e in economia (Presidente dell'Autorité des marchés financiers, Direttore generale del Gruppo Orange). Sono stati messi in atto nuovi mezzi per combattere la violenza (aumento del budget e delle risorse per la polizia e il sistema giudiziario, attuazione delle misure della Grenelle sulla violenza coniugale4 ) e le nuove disposizioni favorevoli alle donne hanno portato a progressi significativi (contraccezione gratuita per chi ha meno di 25 anni, periodo più lungo per l'aborto, PMA per tutti, entrata in vigore della legge Rixain, estensione degli spazi di parità nella cultura). Infine, nuove voci per le vittime, ad esempio nel mondo accademico e politico, hanno permesso a figure pubbliche, anche di spicco, di fare un passo indietro.

Ma cinque anni dopo #MeToo, il rapporto mostra che la società francese rimane altamente sessista in tutti i suoi ambiti: le donne sono ancora trattate in modo diseguale rispetto agli uomini e sono ancora vittime di atti e commenti sessisti in proporzioni significative. In effetti, il numero e la gravità di questi atti sono in aumento, nella sfera pubblica, professionale, privata e digitale

© RIPRODUZIONE RISERVATA