COVID

La pandemia mette in crisi le ragazze, a casa i lavori domestici gravano su di loro e non sui fratelli

Sabato 6 Marzo 2021
La pandemia mette in crisi le ragazze, a casa i lavori domestici gravano su di loro e non sui fratelli

Ci risamo con i clichè. Da una ricerca condotta nel Regno Unito è emerso che durante il lockdown a sobbarcarsi la maggior parte delle faccende domestiche per aiutare la famiglia, sottraendo così tempo per concentrarsi sulla istruzioni, sono le ragazze. Nella fascia di età dai 14 ai 24 anni sono le ragazze a mettersi a disposizione per fare la spesa, cucinare, riassettare la casa, curare i fratellini più piccoli anche se in famiglia sono presenti dei fratelli abbastanza grandi per potere assumere un ruolo ugualmente collaborativo. 

Il sessantasei per cento delle ragazze e delle donne di età compresa tra i 14 e i 24 anni ha confermato di passare più tempo a cucinare rispetto al 31% dei ragazzi e degli uomini nello stesso gruppo di età.

Le donne e le ragazze passano anche più tempo a pulire (69%, rispetto al 58% dei ragazzi), a fare spesa al supermercato (52%, rispetto al 49%) e a prendersi cura dei fratelli e delle sorelle (28%, rispetto al 16%). Il sondaggio nazionale è stato fatto su un campione rappresentativo di 1.000 persone, tra uomini e donne di una età compresa tra i 14 e i 30 anni dall'associazione benefica per bambini Theirworld.

«Il risultato è che l'uguaglianza delle donne potrebbe essere spinta indietro fino a 10 anni dalla pandemia», ha detto Sarah Brown, la presidente di Theirworld.

«I risultati di questo studio mostrano che quando le ragazze non possono andare a scuola, in questo periodo per via del lockdown,  possono facilmente rimanere intrappolate nei tradizionali ruoli domestici che mettono in pericolo la loro istruzione».

La ricerca ha anche suggerito che non frequentare la scuola sta creando problemi. Una ragazza su cinque ha detto di essere in difficoltà.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA