Andrew Cuomo, collaboratrice di 25 anni accusa il governatore di New York: «Mi ha fatto domande sulla mia vita sessuale»

Domenica 28 Febbraio 2021
Andrew Cuomo, collaboratrice di 25 anni accusa il governatore di New York: «Mi ha fatto domande sulla mia vita sessuale»

Nuovi guai per Andrew Cuomo. C'è un seconda donna, anche lei un'ex assistente del governatore di New York, che lo accusa di molestie sessuali, dicendo che il governatore ha fatto diverse domande sulla sua vita sessuale e l'ha fatta sentire «orribilmente a disagio e spaventata». Charlotte Bennett, che era una consulente per le politiche sanitarie e assistente esecutivo del governatore, ha fatto le accuse in un'intervista pubblicata dal New York Times. Bennett, 25 anni, ha detto al giornale che Cuomo le ha chiesto se avesse mai avuto una relazione con un uomo più anziano e se pensava che l'età facesse la differenza nelle relazioni. Il governatore avrebbe anche detto a Bennett al culmine della pandemia di Covid-19 che era solo e in cerca di una ragazza, che era aperto alle relazioni con donne sui vent'anni e le ha parlato della sua passata violenza sessuale in un modo che si sentiva come «qualcosa di un film dell'orrore». Bennett ha detto che Cuomo non l'ha mai toccata. Ma, ha detto al Times, «ho capito che il governatore voleva dormire con me... e mi chiedevo come avrei fatto a uscirne e ho pensato che fosse la fine del mio lavoro».

Suicida John Geddert, allenatore olimpico di ginnastica degli Stati Uniti: abusi su atlete dai 13 ai 16 anni

 

In una dichiarazione Cuomo ha smentito tutto ed ha affermato che «la signora Bennett è stata un membro laborioso e stimato del nostro team durante il covid. Ha tutto il diritto di parlare». «Non ho mai nessun approccio nei confronti della signora Bennett né ho mai avuto intenzione di agire in alcun modo che fosse inappropriato», ha detto. «L'ultima cosa che avrei mai voluto era farle sentire le cose che vengono segnalate». Bennett ha detto che il suo disagio per la situazione è divampato nel tempo e ha deciso di parlare dopo aver visto un'altra ex aiutante di Cuomo, Lindsey Boylan, condividere la sua storia. Boylan, che ha lavorato come consigliere senior del governatore, ha detto che il più potente democratico di New York la toccava spesso in modo inappropriato, la metteva a disagio al lavoro e una volta l'ha baciata sulle labbra senza il suo consenso. L'ufficio di Cuomo ha definito le affermazioni «semplicemente false». 

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA