A palazzo Ferrajoli Berlusconi
in una teca. Gli autori: «E' il sogno»

Lunedì 28 Maggio 2012
ROMA - È stata inaugurata questa mattina a Palazzo Ferrajoli, nel cuore di Roma, un'opera destinata a far parlare di sè. L'installazione, intitolata «Il Sogno degli italiani» e creata da Antonio Garullo e Mario Ottocento, ha come protagonista l'ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi, rappresentato steso in una teca di vetro con gli occhi chiusi ed un sorriso compiaciuto nell'atto del sogno. Il fondatore di Forza Italia, in completo blu, camicia e cravatta allentata, poggia la sua mano destra su «Una storia italiana», l'opuscolo che l'ex premier inviò a milioni di famiglie durante il suo mandato. La mano sinistra, invece, si insinua tra i pantaloni abbassati. Ai piedi, invece, indossa un paio di pantofole di Topolino, a sottolineare - come specificano gli stessi autori - «il carattere istrionico dell'uomo politico». Non meno importante, nella complessità dell'opera, anche il luogo in cui è esposta. Palazzo Ferrajoli, infatti, si trova proprio «nella Roma dei palazzi del potere».



Fino al 30 maggio. «Attraverso la grande finestra - scrivono gli artisti - l'opera volge lo sguardo sognante verso Palazzo Chigi dall'altro lato di Piazza Colonna. Guarda la dimora del potere che lo ha visto suo abitatore». L'installazione resterà aperta al pubblico fino al 30 maggio. «Anche la scelta di esporre l'opera per tre giorni non è stata casuale», concludono Garullo ed Ottocento, aggiungendo che nei prossimi giorni sarà inviato un invito alla mostra anche allo stesso Berlusconi. Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 12:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA