CortinaInConTra chiude i battenti,
il sindaco esulta: l'ora degli eccessi è finita

Sabato 23 Giugno 2012
Andrea Franceschi
CORTINA - A due giorni dalla decisione dell'associazione Cortina InConTra di sospendere la decennale rassegna, il sindaco della cittŗ ampezzana Andrea Franceschi affida a Facebook il suo commento. Questa mattina lo ha postato sul proprio profilo e poi su quelli di altri amministratori della provincia, da Luca De Carlo, sindaco di Calalzo di Cadore, a Fabio Bristot, presidente della delegazione bellunese del Corpo nazionale soccorso alpino.



¬ęNel 2009 Cortina ha chiuso con Lele Mora e il suo circo (e intanto la sua querela nei miei confronti √® sempre in piedi) - ricorda -. Lo scorso Natale c'√® stato l'ultimo cinepanettone. Da quest'anno non ci sar√† piu¬Ľ la passerella dei politici al PalaAudi. Siamo sicuri che sia un dramma? √ą finita un'epoca. Quella dell'eccesso, dell'apparenza ad ogni costo, in alcuni casi della cafonaggine e della maleducazione...¬Ľ.



Per Franceschi ¬ędobbiamo ammettere che forse, per un periodo, ci ha fatto comodo avere in casa nostra un certo mondo che ostentava lo status quo - pecunia non olet - ma non era quella la vocazione del nostro paese e alla fine i nodi sono venuti al pettine. Per fortuna. Aggiungo io. Adesso dobbiamo ritornare ai valori pi√Ļ sani e genuini¬Ľ. ¬ęPossiamo e dobbiamo lavorare tutti insieme - esorta il primo cittadino - per tornare ad avere una Cortina pi√Ļ elegante, pi√Ļ rispettosa, pi√Ļ sobria. Una Cortina che privilegi l'essere all'apparire. Una Cortina pi√Ļ vera. La Cortina dei Montanelli e dei Buzzati, tanto per intenderci. Adesso si volta pagina e si va avanti senza paura e con convinzione¬Ľ. Ultimo aggiornamento: 24 Giugno, 10:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA