Scavano per costruire uno stadio di calcio e trovano una necropoli di 1800 anni fa: sorpresa in Inghilterra

foto crediti Cotswold Archaeology
di Laura Larcan
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Marzo 2022, 13:02 - Ultimo aggiornamento: 10 Marzo, 12:36

Scavano per costruire uno stadio di calcio e trovano dieci tombe d’età romana con scheletri intatti di uomini donne e bambini, insieme ad un corredo di monete, ceramiche e gioielli. Quando l’archeologia offre un assist allo sport. Qui siamo di fronte ad un gol da urlo. E’ successo nel Sud-ovest dell'Inghilterra, nella contea del Gloucestershire, dove sono in corso i lavori per la realizzazione del Forest Green Rovers stadium, uno stadio “ecologico” da 5000 posti realizzato completamente in legno, un nuovo avveniristico progetto che prevede anche altri campi di allenamento e un parco commerciale. Il sito che ha svelato le sorprese archeologico si trova, nel dettaglio, vicino allo svincolo 13 della M5 nel Gloucestershire.

 

MONETE E GIOIELLI

Ruspe e operai in azione, allora, nel cantiere più “green” dell’isola. «Abbiamo scavato dieci sepolture e pensiamo che queste risalgano al periodo romano o al periodo post-romano - ha raccontato alla BBC Sharon Clough di Cotswold Archaeology - Le monete in particolare sono molto utili perché hanno il riferimento a diversi imperatori, il che ci consentirà di avere una data abbastanza specifica». Le indagini si sono concentrate nelle ultime quattro settimane, e solo ora è stata rivelata l’entità della scoperta che sta calamitando l’attenzione mediatica di tutto il paese. Alcuni indizi sembrano dimostrare che alcuni scheletri potrebbero appartenere ad una stessa famiglia, probabilmente legata ad una vicina villa romana, le cui strutture sono state precedentemente intercettate. Sepolture di uomo, donna e bambino.

L'IDENTIKIT

Dale Vince, il presidente del club della League Two, si è detto sorpreso dal ritrovamento: «Sapevamo che lì c’era una villa romana, quindi ho pensato che avremmo trovato delle monete ma non molto oltre. Lo trovo davvero interessante e questi reperti sembrano abbracciare un paio di secoli, quindi c’erano persone che vivevano lì da molto tempo». Possibili datazioni risalirebbero tra il II e il III secolo d.C. Le sepolture e i corredi sono fondamentali per ricostruire un identikit di queste persone: «Possiamo guardare con cosa vengono seppellite per dare un’indicazione del loro stato sociale».

IL PROGETTO

Ricche, importanti, di alto rango sociale? Probabile. Nell’ambito degli scavi sono stati riportati alla luce anche gioielli, accanto a monete e ceramiche. Una volta che Cotswold Archaeology avrà terminato la sua analisi e il rapporto, gli oggetti andranno a un museo locale. Mark Brett, responsabile del progetto senior di Cotswold Archaeology, ha detto che rimarranno a lavorare nel sito ancora per diverse settimane. «Quando avremo finito - conclude la Clough - speriamo di avere una storia davvero fantastica sulle persone che vivevano e lavoravano nell’area in epoca romana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA