Tolfa sarà un salotto a cielo aperto. E i grandi eventi, seppur rivisti, ci saranno

Uno dei numeri più spettacolari della scorsa edizione di TolfArte (Foto Luciano Giobbi)
di Andrea Benedetti Michelamngeli
3 Minuti di Lettura
Domenica 31 Maggio 2020, 15:41

Un grande salotto a cielo aperto, arricchito da attività ed eventi. L'emergenza Coronavirus costringe i comuni a rivedere la propria programmazione estiva, ma Tolfa, cittadina ormai famosa in tutta Italia per le sue iniziative culturali, non rinuncia al suo ricco menu. Il tutto, naturalmente, con qualcuna delle pietanze più succulente che andranno in parte modificate.
«A Tolfa sarà un'estate diversa da quelle alle quali erano abituati cittadini e visitatori, ma sicuramente ricca di appuntamenti di qualità e spazi da vivere in piena sicurezza sociale». Questo l'incipit del sindaco Luigi Landi per illustrare cosa accadrà nelle prossime settimane. L'esigenza prioritaria, come in tutta Italia, sarà quella di garantire la sicurezza attraverso il distanziamento sociale, che accompagnerà i cittadini ancora a lungo. Allora, che nella cittadina si punterà sugli spazi all'aperto e sul delizioso centro storico che la contraddistingue. «La nostra stagione partirà a metà giugno - riprende Landi - e sarà incentrata sulla vivibilità del centro storico: dalla villa comunale alla Rocca, stiamo costruendo un percorso che sarà arricchito da installazioni artistiche e luminose e da aree eventi, con la possibilità di effettuare delle passeggiate tra arte e cultura. Abbiamo già definito insieme alle attività di ristorazione e di gastronomia la possibilità di avere spazi ampi all'esterno, in modo da garantire le distanze previste dalle norme», ma nello stesso di gustare le prelibatezze locali. Dunque, un continuum, durante il quale residenti e visitatori potranno fermarsi dove preferiscono, o magari ammirare qualche artista all'opera.
Già, ma i grandi eventi. Il sindaco per ora resta abbastanza abbottonato, ma assicura che Tolfa darà continuità agli appuntamenti che l'hanno resa celebre, sia pure con qualche inevitabile variazione. Si susseguono infatti le riunioni delle varie associazioni per ricalibrare le proposte artistiche e culturali sulla base delle esigenze sanitarie, ma sembra che gli eventi principali come Tolfa Jazz, TolfArte, Festa della musica e le tradizionali iniziative di fine agosto si terranno comunque, seppur in modi diversi rispetto al passato. E non è tutto, perché nell'estate 2020 verrà ulteriormente valorizzato un altro dei gioielli della cittadina. Si tratta del bellissimo e ampio chiostro del Polo Culturale, all'interno del quale sarà realizzato un cartellone artistico e culturale che prevede musica, cinema, laboratori per bambini e adulti, spettacoli teatrali, presentazioni di libri e numerosi appuntamenti legati al territorio. Uno spazio, dunque, non più limitate alle apprezzatissime mostre che vi si susseguono, ma che vivrà anche all'esterno proponendo tutti i tipi di arte.
«La nostra intenzione è quella di attrarre anche quest'anno migliaia di turisti chiamano la nostra cittadina per le sue bellezze e per le sue attività culturali - afferma con sicurezza ed orgoglio Landi -. Soltanto che rispetto al passato, lo dovremo fare in maniera dilazionata nello spazio e nel tempo. Posso però garantire, che chi ci verrà a trovare non resterà deluso».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA