Santa Marinella, la giunta delibera: lavori socialmente utili per chi percepisce il reddito di cittadinanza

La spiaggia libera di S. Severa, ai piedi del Castello: i percettori di reddito di cittadinanza dovrebbero controllare
di Monica Martini
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Giugno 2020, 11:55

Dalla manutenzione del verde pubblico alla vigilanza nelle scuole e da subito come controllori del rispetto delle norme per la prevenzione dei contagi da Coronavirus nell'ambito del progetto Spiagge sicure 2020: i percettori del reddito di cittadinanza, già nei prossimi giorni, potranno lavorare per conto del comune di Santa Marinella.
L'ANNUNCIO
Come annunciato, solo pochi giorni fa, dal sindaco Pietro Tidei, ieri la giunta della cittadina balneare ha voluto dar seguito, con un atto formale, a un'iniziativa peraltro prevista dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, che chiede ai beneficiari del Rdc di svolgere i cosiddetti Progetti Utili alla collettività, operando nel proprio comune di residenza ,per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino ad un massimo di 16. Oltre a essere un obbligo previsto dallo Stato, i PUC rappresentano un'occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività: i progetti, infatti, saranno strutturati in coerenza con le competenze professionali del beneficiario, con quelle acquisite anche in altri contesti e in base agli interessi e alle propensioni. Siamo forse uno dei primi comuni nel Lazio ad aver approvato con delibera il progetto- commenta il sindaco che vede l'impiego dei percettori del reddito di cittadinanza, al momento su base volontaria, in lavori e mansioni utili col solo obbligo, da parte dell'Ente, di attivare le assicurazioni presso l'INAIL per le responsabilità civile dei partecipanti.
COLLOQUI
Proprio in questi giorni si stanno svolgendo i primi colloqui tra i percettori del Rdc e i responsabili dei servizi sociali. Quanti supereranno questa sorta di prova attitudinale, potranno prestare servizio in diversi ambiti ed essere, ad esempio di supporto, alle attività di piccola manutenzione nelle scuole oltre a collaborare con la Polizia Locale per la vigilanza davanti ai plessi scolastici. Altro settore di possibile impiego la manutenzione di parchi ed edifici pubblici anche, se vista l'urgenza, alcune persone potranno partecipare alla attività di pulizia e controllo delle spiagge libere o per far rispettare le norme anticovid. Crediamo molto in questo progetto. afferma Tidei- che spero trovi nei beneficiari del Rdc lo stesso nostro entusiasmo. Ci appelliamo, quindi, al senso civico di chi deciderà, con le giuste motivazioni, se aderire o meno alla proposta.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA