Il palo, il procacciatore e il pusher: a Civitavecchia sgominata banda di spacciatori

Sabato 23 Maggio 2020 di Andrea Benedetti Michelamngeli
L'operazione condotta dai carabinieri
Quell'andirivieni di giovani in un'abitazione di via Tarquinia li aveva insospettiti già da qualche giorno. Così ieri i carabinieri hanno deciso di fare un blitz in quella casa e i risultati sono stati decisamente fruttuosi.
Già, perchè proprio lì agiva una banda di spacciatori. Tre le persone che la formavano: due uomini di 45 e 56 anni e una donna di 42. I tre attiravano i clienti e gli vendevano dosi di cocaina. Nell'appartamento sono stati trovati 85 grammi dello stupefacente e ben 5 bilancini.
Il blitz è avvenuto dopo che i carabinieri hanno fermato un giovane che aveva appena acquistato una dose di coca. Subito dopo il blitz nell'abitazione e il ritrovamento di droga e materiale. Il sistema messo in piedi dai tre era ingegnoso: la donna fungeva da "palo", il 56enne da pusher, prendendo contatti con gli acquirenti. Il terzo, il 45enne, attendeva gli ordinativi in casa e preparava la dose richiesta.
Sul mercato la droga trovata e sequestrata avrebbe fruttato ai tre circa 10 mila euro. Tra l'altra oltre alla coca e ai bilancini, i militari hanno rinvenuto nell'appartamento anche 4.300 euro in contanti contenuti in una busta di cellophane e nascosti sotto un lavandino. Probabile che fossero i soldi "guadagnati" dall'illecito commercio.
I tre sono  stati tutti arrestati e posti ai domiciliari con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Ultimo aggiornamento: 17:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani