CORONAVIRUS

Civitavecchia, oltre dieci sanzioni per gli assembramenti al Pirgo

Martedì 26 Maggio 2020 di Andrea Benedetti Michelamngeli
Lo spiegamento di forze dell'ordine sabato sera in uno degli accessi al lungomare del Pirgo (Foto Giobbi)
Serate e nottate di superlavoro per gli agenti del Commissariato quelle di venerdì e sabato. La riapertura dei locali sul lungomare del Pirgo e l'obbligo di evitare assembramenti, mantenere le distanze e indossare le mascherine, infatti, non è stato osservato da tutti.
I poliziotti hanno effettuato soprattutto attività di prevenzione, presidiando la zona fin dalle 19, ora dalla quale l'ordinanza del sindaco Ernesto Tedesco consentiva l'accesso a via Thaon de Revel a non più di 250 avventori contemporaneamente.
Nonostante i frequenti passaggi e le ripetute raccomandazioni degli agenti, però, le trasgressioni sono state notevoli e alla fine la Polizia è stata costretta a elevare oltre dieci sanzioni, sia ai gestori dei locali che a cittadini, per il mancato rispetto delle normative e dell'ordinanza. In particolare le multe hanno riguardato la mancata osservanza delle regole sul distanziamento sociale e la vendita e/o somministrazione di bevande alcoliche oltre l'orario consentito.
Il Commissariato, soprattutto in seguito ai comportamenti non corretti riscontrati, invita sia i titolari di locali che gli avventori a rispettare le norme. In particolare l'uso delle mascherine nei luoghi chiusi e anche all'aperto ove non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza. Ricorda inoltre che la violazioni di tali regole continuerà a essere punita con multe che vanno dai 400 ai 1000 euro e, in caso di reiterazione da parte degli esercenti, nella chiusura immediata del locale. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani