Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Al porto di Civitavecchia la statua di un abbraccio, sarà simbolo di rinascita

Al porto di Civitavecchia la statua di un abbraccio, sarà simbolo di rinascita
di Cristina Gazzellini
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Maggio 2020, 12:30

Civitavecchia ha perso ormai diversi anni fa la celebre statua del bacio di Johnson Seward, ma ne avrà presto un'altra. Anzi avrebbe dovuto averla proprio il 14 maggio in occasione dell'anniversario dei bombardamenti se non fosse per l'emergenza Covid.
L'idea di far realizzare la statua è stata di una operatrice dello scalo, Ivana Puleo, che durante il lavoro di ricerca che per la stesura di un libro fotografico sul porto di Civitavecchia scoprì dai racconti di alcuni diversamente giovani una storia. «Quella di Armando che partì per la guerra tre settimane prima del bombardamento del 14 maggio. Il saluto alla madre sulla banchina - racconta la Puleo - è diventato un simbolo di tutti i baci e gli abbracci che sono stati scambiati sulle banchine del nostro porto. Abbracci tra madri e figli, tra fratelli, baci tra fidanzati. In un momento in cui il porto di Civitavecchia attraversa una nuova fase di incertezza e diffusa preoccupazione per il suo futuro, potrebbe apparire superficiale e poco realistico appellarsi alla storia ed al recupero della memoria. Tuttavia, spesso è proprio nei momenti che appaiono più cupi che una comunità deve trovare momenti di unione, simboli positivi in cui riconoscersi e nuovi entusiasmi per affrontare le avversità e immaginare un domani di sviluppo».
La statua è stata realizzata dalla Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone grazie ai contributi erogati da una serie di imprese e servizi tecnico nautici che operano in porto, ma non solo. «I tempi della consegna si sono allungati a causa dei disagi creati dalla pandemia dovuta al Coronavirus. La statua sarà posizionala all'interno del porto, sulla radice del molo del Bicchiere. L'Adsp si è messa a disposizione per ideare il progetto per la base che ospiterà l'installazione artistica, ha già iniziato l'iter per la manifestazione di interesse alla procedura negoziata che vedrà una ditta iniziare i lavori per la finta banchina». La statua avrà alla sua base un codice Qr. Avvicinando il dispositivo (cellulare smartphone) si verrà indirizzati in un sito dove chi vorrà potrà approfondire la storia di Civitavecchia e del porto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA