immagine Riqualificazione energetica: in quali modi si può eseguire?
  • Lunedì 19 Novembre 2018, 13:30

Riqualificazione energetica: in quali modi si può eseguire?

Eseguire la riqualificazione energetica di un immobile significa sostanzialmente renderlo più efficiente per quanto concerne i consumi di energia elettrica, e ciò non può che essere molto positivo.
Attualmente, peraltro, in Italia sono disponibili degli interessanti incentivi fiscali a beneficio di chi riqualifica i propri immobili sul piano energetico, i quali possono riguardare molti degli interventi che menzioneremo in seguito.
Prima di fare il punto su quali sono le principali modalità attraverso cui si può rendere più performante un immobile è opportuno fare alcune precisazioni, rimarcando anzitutto il concetto di classe energetica.

Cos'è la classe energetica di un immobile
La classe energetica di un immobile è un dato che indica a che punto il bene in questione può considerarsi efficiente, di conseguenza tanto più è elevata la classe energetica d'appartenenza, tanto più esso è performante.
Ovviamente un immobile che vanta una classe energetica elevata ha un valore di mercato superiore rispetto ad una proprietà del tutto analoga per metratura ed ubicazione, di conseguenza migliorare tale bene a livello di efficienza energetica merita di essere considerato un investimento vero e proprio anche nell'ottica di una successiva vendita.
La classe energetica è un parametro che può essere designato solo ed esclusivamente da professionisti abilitati per mezzo di un'apposita procedura, la quale prende il nome di certificazione energetica.
Tale processo culmina con il rilascio del cosiddetto APE, Attestato di Prestazione Energetica, documento ufficiale in cui viene appunto specificata la classe energetica d'appartenenza.
É interessante sottolineare che un immobile può essere inquadrato nelle classi energetiche A, B, C, D, E, F e G, dalla migliore alla peggiore, e la classe A è ulteriormente suddivisa in classi A4, A3, A2 e A1, partendo anche in questo caso da quella più performante.
L'obiettivo degli interventi di riqualificazione a cui si sta facendo riferimento è dunque fare in modo che l'immobile arrivi ad appartenere ad una classe energetica migliore.

Installare impianti di riscaldamento e di climatizzazione più efficienti
Sono molteplici le operazioni attraverso cui è possibile migliorare l'efficienza energetica di un immobile, e uno degli interventi più diffusi è quello che prevede l'acquisto e l'installazione di impianti di riscaldamento più performanti.
In moltissime abitazioni italiane sono installati dei dispositivi per il riscaldamento piuttosto obsoleti, i quali comportano dei consumi energetici importanti e, allo stesso tempo, non sono affatto una prima scelta dal punto di vista dell'ecosostenibilità.
Gli incentivi statali che sono stati menzionati in precedenza sono stati promossi anche per ottenere un importante ritorno dal punto di vista ambientale, e parallelamente ai medesimi bisogna sottolineare molte iniziative analoghe di carattere locale: alcune amministrazioni comunali, ad esempio, hanno stanziato dei fondi da mettere a disposizione dei cittadini che scelgono di eseguire questo tipo di operazioni di rinnovamento.
Per quanto riguarda questo genere di interventi è più corretto parlare di climatizzazione, piuttosto che di riscaldamento: anche i dispositivi che hanno come obiettivo quello di rendere l'aria interna più fresca durante i mesi più caldi, infatti, comportano dei consumi, e non può che essere positivo installare presso l'immobile in questione dei modelli più efficienti.

Realizzare impianti per la produzione di energia pulita
Negli ultimi tempi la produzione di energia pulita e rinnovabile è divenuta una realtà molto solida, e anche un singolo immobile può produrre energia nel pieno rispetto dell'ambiente.
Tra le varie soluzioni attraverso cui si può concretizzare un processo di riqualificazione energetica immobiliare, dunque, vi è anche l'installazione di impianti in grado di produrre autonomamente energia, come è il caso di quelli fotovoltaici o di quelli eolici.
Se un'abitazione, o un qualsiasi altro tipo di immobile, può godere della presenza di un simile impianto, può attingere al medesimo per quanto riguarda i consumi energetici endogeni, e non sono affatto delle rarità delle abitazioni che, sfruttando la produzione di energia elettrica ecosostenibile, sono completamente autonome sul piano energetico.

Realizzare delle soluzioni di coibentazione termica
Le ottimizzazioni dell'efficienza energetica di un immobile possono effettuarsi anche attraverso degli interventi di coibentazione, dunque migliorando i livelli di isolamento termico.
Quest'aspetto sa essere davvero molto importante per attenuare i consumi energetici: un immobile ben isolato dal punto di vista termico riesce a proteggere in modo molto più efficace le temperature interne, e ciò assicura un risparmio in tutti i periodi dell'anno, dunque sia in inverno, quando si utilizza il riscaldamento, quando al contrario si necessita di una buona climatizzazione.
Dal punto di vista tecnico la coibentazione termica di un immobile si può eseguire in molti diversi modi: si può specificare anzitutto che interventi mirati possono riguardare le pareti esterne proprio come i pavimenti ed i soffitti, inoltre l'effetto desiderato si può concretizzare applicando dei pannelli isolanti sulla parte esterna dell'edificio, nei muri interni dell'immobile, inserendo del materiale isolante nelle intercapedini e in tanti altri modi ancora.
Le varie tecniche, ovviamente, presentano pro e contro, di conseguenza spetta ai professionisti valutare con attenzione quelle più adatte al singolo caso.

Installare serramenti di qualità
I serramenti adempiono a molte importanti funzioni: essi contribuiscono alla sicurezza dell'immobile, consentono di regolare il livello di illuminazione solare proveniente dall'esterno, sanno essere decorativi, ma non bisogna trascurare quanto di positivo essi sanno garantire dal punto di vista energetico.
La qualità del serramenti è cruciale nell'ottica della coibentazione termica dell'immobile, anzi si può affermare senza esitare che se un ambiente interno è ben isolato dal punto di vista acustico, ma non ha dei serramenti all'altezza, il suo sistema di coibentazione diviene molto meno efficace e può diventare perfino del tutto inutile.
La cosa, d'altronde, non stupisce: finestre e portefinestre occupano delle superfici piuttosto grandi, di conseguenza è molto importante che tali spazi non contribuiscano alla dispersione delle temperature interne.
Rinnovare i serramenti optando per dei modelli più performanti sul piano della coibentazione termica, dunque, può essere davvero molto positivo nell'ottica dell'efficienza energetica, per questo motivo un intervento di riqualificazione può fondarsi anche su questo.
Parallelamente alla qualità dei serramenti e alla loro capacità di garantire un buon isolamento, ovviamente, è fondamentale anche che vengano installati in modo impeccabile: l'installazione non ottimale di un buon serramento renderebbe del tutto inutili le sue valide peculiarità tecniche.

Realizzare dei sistemi domotici
Un'altra soluzione molto interessante per riqualificare un immobile sul piano energetico corrisponde alla domotica, cerchiamo dunque di capire di cosa si tratta.
Si parla di "domotica" in riferimento a tutte le tecnologie e le automazioni domestiche che possono essere gestite in maniera centralizzata utilizzando delle apposite applicazioni, ovvero quindi attraverso Internet.
Quella della domotica è una disciplina che è letteralmente esplosa negli ultimi tempi, e che con ogni probabilità andrà a diffondersi sempre di più negli anni a venire.
Con la domotica è possibile compiere le più disparate operazioni di gestione tecnologica della propria abitazione, senza dover compiere delle azioni manuali e soprattutto senza dover essere fisicamente presenti interno dell'abitazione.
La domotica consente quindi di accendere la luce in una stanza del piano superiore, di azionare il forno poco prima di arrivare a casa, di accendere le luci del giardino nel momento in cui vi si accede, di monitorare i sistemi d'allarme mentre si è in viaggio, solo per fare alcuni banali esempi.
Le opportunità sono davvero tantissime, e negli ultimi tempi il mondo della domotica si è perfezionato in modo ulteriore in quanto delle applicazioni consentono di gestire in modo centralizzato dispositivi prodotti da diversi brand.
Si potrebbe credere che la domotica sia un qualcosa di prezioso esclusivamente per ottimizzare il comfort dell'immobile, ma non è così: grazie alla possibilità di gestire in modo così agevole e preciso l'intera abitazione, infatti, il rischio che possano verificarsi degli sprechi è praticamente nullo.

L'importanza di un'analisi energetica accurata
Quelli menzionati sono solo alcuni esempi di interventi di riqualificazione energetica che si possono realizzare per ridurre i consumi energetici e soprattutto per rendere l'immobile complessivamente più efficiente.
Chi ha quest'obiettivo non deve seguire delle soluzioni standardizzate, bensì in simili casi è molto importante analizzare nel dettaglio le peculiarità del singolo caso e prendere le dovute contromisure.
Un immobile potrebbe essere riqualificato realizzando un sistema di isolamento termico, per un altro può essere sufficiente sostituire i serramenti installandone di nuovi, in un altro ancora la priorità potrebbe essere la sostituzione della caldaia... le variabili sono tantissime e dipendono anche dal clima che contraddistingue la località, dal tipo di elettrodomestici che vengono utilizzati, dalle abitudini di consumo di chi vive l'immobile.
Per strutturare in modo oculato la riqualificazione di un immobile sul piano energetico, dunque, può essere senz'altro un'ottima idea quella di farsi affiancare da un professionista specializzato il quale, dall'alto della propria esperienza, possa valutare nel dettaglio le varie caratteristiche dell'immobile e suggerire le soluzioni più adatte per renderlo più efficiente.
Ridurre i consumi energetici è senza dubbio utilissimo sul piano economico, in quanto assicura un risparmio notevole e tangibile già nel medio periodo, tuttavia riqualificare un immobile in tale ottica è utilissimo anche per valorizzarlo, per mantenere il suo valore di mercato su livelli elevati.
 

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it