immagine Emozioni green tra installazioni e giardini in fiore: all'Auditorium di Roma c'è il Festival del Verde e del Paesaggio
  • di Sabrina Quartieri
  • Sabato 13 Aprile 2019, 19:23

Emozioni green tra installazioni e giardini in fiore: all'Auditorium di Roma c'è il Festival del Verde e del Paesaggio

Dal “forest bathing” all'esperienza multisensoriale nei giardini effimeri, fino alla passeggiata nella prateria urbana: all'Auditorium Parco della Musica di Roma torna il Festival del Verde e del Paesaggio, in programma dal 10 al 12 maggio prossimi. Una manifestazione che, come spiega la sua organizzatrice Gaia Zadra di “Altri Paesaggi”, è «l’occasione per riflettere e far riflettere su come sia fondamentale per noi, per il pianeta, per le generazioni future abbracciare uno stile di vita green in senso lato. Accanto alle tradizionali installazioni paesaggistiche e ai giardini, o alle selezioni di piante e fiori, il festival realizzato insieme a “Fondazione Musica per Roma” quest’anno propone esperienze ed emozioni che nascono dalla natura e che nella nostra vita metropolitana abbiamo perso o dimenticato», conclude Zadra.

Nel corso dell’appuntamento dedicato, per la sua IX edizione, al tema del respiro e al contributo che ognuno di noi può dare alla salvaguardia della Terra, si avrà quindi l’occasione di esplorare la relazione tra l’uomo, la natura e la città. Ogni giorno, dalle ore 10 alle 20.30, oltre allo spettacolo creato da rose e agrumi, lavanda e piante acquatiche, i visitatori troveranno diversi corner a tema green. Come quello sul forest bathing, un’installazione climatico-paesaggistica all’interno di Airship.03, firmata da “breathe.earth.collective” in collaborazione con Austria Turismo. Lo spazio aromatizzato al pino cembro che si ispira alla pratica giapponese del bagno immersivo nella foresta per ridurre lo stress, vuole essere un’esortazione al rimboschimento delle città, una tendenza virtuosa dell’urbanistica contemporanea.
 

 

Ancora: nel corso del festival nascerà una vera e propria Prateria urbana. Firmata da Aiapp Lazio e realizzata con il famoso vivaio Priola di Treviso, l’area fatta di erbacee pioniere a bassissimo impatto manutentivo e idrico, fa parte di un progetto site specific permanente e sperimentale all’insegna dell’estetica e dell’ecologia. L’esperienza multisensoriale da non perdere è nei Giardini effimeri, protagonisti del concorso “Avventure Creative”. Se Campo Fragrantia invita a guardare, odorare e toccare, Canneto incantato è il luogo in cui organi eolici, flauto di pan e fischietto ad acqua trasformano l’aria in suono. Pranayama è invece lo spazio green olistico in cui fare yoga e respirare, per ritrovare equilibrio e radici. Per la prima volta al festival, la Federazione Erboristi Italiani – Confcommercio, guiderà i visitatori in affascinanti incursioni nel mondo delle piante officinali, per approfondire uso e proprietà dei rimedi.

La manifestazione, poi, non dimentica il relax, proponendo la beauty experience green, tra sessioni dedicate allo skincare e al benessere. Nel corso della tre giorni, si avrà anche a disposizione la consulenza di esperti per aspiranti pollici verdi e si potrà partecipare a delle presentazioni di libri, a dei corsi di giardinaggio o a delle degustazioni di cantine biologiche. I bambini, nel frattempo, avranno da divertirsi grazie alle attività in programma, dai corsi di acquerello alla risalita in tree climbing. Immancabile sarà la gastronomia, a base di pizza street del piccolo truck Margherito, delle insalate con prodotti locali e stagionali di Aromaticus, dell’aperitivo muraiolo con erbe commestibili e delle degustazioni di birre artigianali. Infine, spazio ai romantici: partecipando ai workshop della primavera, si creeranno ghirlande con rami di salice o ulivo e bijoux con i fiori. 

  • Approfondimenti
  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it