immagine Mansarda, i consigli per viverla al meglio
  • Domenica 5 Agosto 2018, 09:30

Mansarda, i consigli per viverla al meglio

Quando si parla di mansarda, si intende un'abitazione che sta direttamente sotto il tetto di un immobile e che quindi avrà la sua stessa forma di soffitta obliqua fino al pavimento o quasi. Si pensa sempre che le mansarde siano piccole e poco luminose, non adatte a tutti. Ma in realtà lo spazio di superficie della mansarda è esattamente grande quanto gli appartamenti sottostanti, sembra più piccolo solo per via del tetto inclinato che toglie anche un po' di luce. La mansarda è sempre stata vista come un'abitazione molto intima e piacevole e le richieste per prenderla in affitto stanno incrementando notevolmente. Sia per quanto riguarda il suo prezzo economico e quindi accessibile alla maggioranza di acquirenti, sia perché, se arredato nel modo corretto, lo spazio della mansarda può diventare veramente ampio, luminoso ed invitante. Complice la crisi oltretutto, diventa anche vantaggioso per il proprietario, che può usufruire di uno spazio inutilizzato per avere una stanza in più e aumentare il valore del suo immobile oppure ci potrebbe guadagnare ristrutturandola e poi affittandola o vendendola.

Requisiti per una mansarda vivibile
Si può definire mansarda quello che si intende generalmente come un sottotetto. Con una sostanziale differenza però, la prima sarà vivibile e idonea per legge, il secondo invece no.
Ci sono ovviamente delle norme e dei requisiti che le mansarde devono avere per essere distinte dai sottotetti. Queste sono norme nazionali e si basano su tanti importanti dettagli e accorgimenti.
Il primo vieta ad una mansarda di essere abitabile se l'altezza è inferiore a: 2,70 metri per gli ambienti vissuti, come lo spazio cucina e la camera da letto; 2,40 metri per i locali di funzione della casa, come il bagno, la lavanderia, i corridoi. Sono misure generalmente riconosciute da tutti, c'è una clausola però che riguarda i paesini che superano i 1000 metri d'altezza in montagna, dove per cause riguardanti le differenti condizioni climatiche e la diversità delle costruzioni sono accettate come mansarde vivibili anche quelle che arrivano solo a 2,55 metri. In ogni caso per qualsiasi chiarimento è consigliato contattare il proprio comune di residenza che saprà fornire le giuste misure consentite per la mansarda.
Il secondo requisito che deve avere per essere considerata abitabile, sono le giuste finestre. Capita di frequente che negli ambienti piccoli l'ambiente risulti buio per tanti motivi, per esempio l'angolazione della casa, oppure le finestre piccole o posizionate male. Nel 1975 infatti è stata inventata una legge apposita che vieta alle case di essere abitabili se la percentuale di luce che entra all'interno è minore del 2%. Per le persone che ci abitano è estremamente importante avere una casa pulita, sana, ed arieggiata nel modo giusto. Le abitazioni che ricevono le giuste attenzioni dalla luce e dall'aria risultano più sane, più igieniche, e soprattutto servono a far sparire i cattivi odori di chiuso. La scelta delle finestre è quindi, a maggior ragione per le mansarde, un aspetto dell'arredamento molto importante. La superficie apribile della finestra dovrà essere almeno 1/8 della superficie del pavimento.
Se mettere delle finestre grandi ai lati diventa troppo difficile per questione di spazi, si potranno posizionare tranquillamente delle quelle per tetti. Saranno comode da aprire e inoltre, trovandosi sulla parte superiore della casa, la illumineranno maggiormente grazie alla presenza del sole in alto. Non essendoci sul soffitto degli impedimenti per le aperture, come mobili o altro, sarà quindi possibile costruire l'apertura per la finestra della grandezza che più si desidera, anche tutta la parete. Se si è quindi grandi amanti delle mansarde luminose, le finestre a tetto saranno la scelta ideale. Potrebbe essere leggermente fastidiosa quando il sole deciderà di picchiare forte, per il fatto che non è possibile metterci una tenda davanti a coprire, ma si può aggiungere alla finestra il suo apposito pannello che si potrà aprire o richiudere per qualsiasi esigenza.

Come arredarla
È vero che di solito la mansarda viene vista come uno spazio troppo piccolo per poter arredare decentemente, per potersi muovere e poter vivere la vita di tutti i giorni. Però non è sempre così. Perché le mansarde hanno gli spazi ristretti, ma con molta creatività e delle scelte intelligenti di arredamento e colori, è possibile far sembrare accogliente e calda persino una casa stretta e buia.
Il primo aspetto da tenere a mente è quello di seguire il modo in cui la casa è strutturata. Nel senso che molto spesso le mansarde tendono ad avere i lati delle pareti irregolari, che non seguono tutte la stessa linea, ma si vanno a bloccare per creare un angolo in un'altra direzione. Tutto ciò ovviamente succede per necessità di spazio. È bene quindi in questi casi continuare nell'arredamento a seguire le linee che la struttura già ha creato, mantenendo uno stile fluido e non forzandone la visione.
La seconda scelta per arredare correttamente una mansarda, facendo in modo di sfruttare ogni dettaglio possibile per renderla più spaziosa e luminosa sarà sicuramente la scelta dei mobili, in quanto sono tra gli elementi che vanno ad occupare più spazio. Bisogna dimenticarsi quindi dei grandi armadi che quasi toccano il soffitto, delle ante che si fanno fatica ad aprire, perché quella vita in una mansarda non sarà possibile. Che abbia inizio invece l'era dei ripiani bassi e orizzontali. Sono una tipologia di design molto presenti all'Estero e che l'Italia ancora non è abituata tanto a vedere, perché più tradizionalista negli arredamenti. Ma quando si tratta di vivere bene in casa bisogna pensare a tutto per sfruttare gli elementi positivi. Perciò i mobili orizzontali e bassi con tanti cassetti daranno comodità e spazio, e si potranno riporre al centro della stanza più grande. In questo modo si aiuterà l'ambiente a sembrare meno soffocante perché non ci saranno elementi che superano l'altezza di un adulto medio e di conseguenza non si bloccherà l'entrata di luce e aria dalle finestre. Si avrà così un'abitazione con una grande circolazione di aria e luce, e ciò non potrà fare che del bene sia alla mansarda che ai suoi abitanti.
Un'altra scelta di arredamento che può aiutare l'ambiente a sembrare più luminoso è sicuramente la presenza di oggetti o superfici che creino spontaneo il riflesso. Se si possono fare grandi modifiche alla mansarda, allora si deve sicuramente pensare alla modifica del pavimento. Si può provare con un pavimento in legno molto chiaro che aumenti la luminosità, ma se si vuole ottenere un risultato ancora migliore, non si deve fare altro che optare per un pavimento a vetro. Essendo questo trasparente, darà la sensazione che lo spazio della casa si sia moltiplicato, e inoltre grazie al riflesso che il vetro crea col sole, la luce potrà raggiungere facilmente tutte le stanze. Dopo il pavimento, si potrà pensare alle pareti. Stessa idea, stessa applicazione. Si a pareti trasparenti, di colore metallico, fosforescenti, e tanti tanti colori chiari.
Nel caso in cui invece non si possa o non si voglia fare delle modifiche così drastiche alla mansarda, ci si potrà accontentare di soluzioni piccole ma molto efficaci. Per esempio, si può provare a disporre all'interno dell'abitazione degli oggetti come specchi, o solo piccoli particolari ornamentali che aiutino il sole a rifletterci sopra per poi espandersi in casa.

Vantaggi e svantaggi
Vivere in una mansarda è una scelta che spesso attira molti acquirenti per l'ambiente tranquillo e intimo, per la sensazione di trovarsi quasi in un mondo a parte. Spesso però i disagi possono essere tanti e non tutti sono adatti a vivere in una casa dallo spazio limitato. Di seguito si vedrà quali sono i vantaggi di questa abitazione e quali sono invece gli elementi che remano contro.
Un vantaggio della vita in mansarda può essere sicuramente il suo aspetto vintage e particolare. La travi a vista, le stanze incastrate, i separé utili e decorativi. Per chi quindi è amante delle cose belle, dei luoghi personali ed intimi e vuole una visione artistica dell'arredamento, la mansarda sarà un ottima opportunità.
Il secondo aspetto molto positivo di questo tipo di abitazione è ovviamente il costo ridotto che essa richiede. Essendo infatti abitazioni molto accoglienti ma dagli spazi ristretti, il prezzo dell'appartamento sarà molto ridotto rispetto a case indipendenti o più grandi.
Un altro vantaggio da non sottovalutare è l'armonia che gli ambienti come le mansarde creano. Soprattutto la sera, se si prova a spegnere la luce e guardare in alto attraverso la finestra, ciò che sarà possibile vedere non saranno edifici, non saranno paesaggi, ma sarà il cielo. Che si trovino sul lato oppure sul soffitto, la gradazione obliqua delle pareti fa si che anche le finestre siano posizionate storte. Guardandoci attraverso, non si vedrà dunque ciò che succede di sotto, ma si vedrà il cielo, le nuvole e di notte le stelle. Questo dimostra quindi la bellezza particolare e l'armonia poetica che si può ammirare direttamente alzando gli occhi mentre si sta sdraiati in casa propria. Perfetto per i romantici.
Se ci si concentra invece sugli svantaggi, gli aspetti negativi possono essere molto rilevanti per chi ha delle esigenze piuttosto chiare. Se si sta pensando di andare a vivere in una mansarda, bisognerà prestare quindi attenzione ai dettagli importanti. Se per esempio si soffre molto di caldo, forse la mansarda può non essere la scelta adatta. Come già detto, le finestre della mansarda sono posizionate sulla parte superiore, questo fa entrare luce, ma ovviamente dà libero accesso anche al forte caldo. L'estate non è quindi una delle stagioni migliori per vivere in un'abitazione come questa, perché il sole entrerà dritto ed in poco tempo renderà la stanza bollente.
Un altro aspetto negativo della vita in mansarda sarà sicuramente la spesa da mettere in conto. Per quanto infatti il costo dell'affitto probabilmente sarà minore ad altri appartamenti, il prezzo dei mobili da dover acquistare potrebbe essere dispendioso. Si parla del tipo di mobili già nominati in precedenza, quelli bassi e orizzontali, che sono belli e funzionali ma hanno un costo che si rivela maggiore di quello dei soliti mobili tradizionali.
La mansarda può quindi non essere una scelta adatta a tutti ma rimane sempre una soluzione comoda e pratica, oltre che bella da vedere ed estremamente funzionale.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it