immagine Come scegliere le tegole migliori
  • Sabato 8 Dicembre 2018, 14:38

Come scegliere le tegole migliori

Le tegole sono fondamentali per la costruzione del manto di copertura, ossia il tetto, della propria abitazione. La scelta delle tegole è molto importante e va fatta tenendo a riferimento una serie di elementi come le tipologie diverse di tegole, la zona climatica, la sporgenza del tetto e molto altro. In commercio esistono diverse tipologie di tegole che si differenziano tra loro non solo per i materiali con i quali sono realizzate ma anche per le colorazioni che da esse derivano. Vediamo come poter scegliere la tegola migliore per attuare una copertura funzionale e ottimale.

Tipologie di tegole presenti in commercio in base al materiale
Possiamo suddividere le tegole in diverse tipologie:
1. Tegole portoghesi. Queste sono composte da due parti, una curva e una piana. Possono essere realizzate in cemento e il laterizio. Le prime sono quelle preferite per le costruzioni moderne anche perché possono essere realizzate in diverse tipologie di colori. Nelle tegole portoghesi la parte curva somiglia a quella del tradizionale coppo mentre quella piana è dotata di un’apposita sagomatura per permettere di ottenere un incastro perfetto tra una tegola e un’altra. Le pendenze di questa tipologia di prodotto vanno da un minimo di 15 gradi fino ad arrivare a un massimo di 45 gradi.
2. Tegole francesi o marsigliesi. Questa tipologia di prodotto è quella preferita per le costruzioni residenziali sia per il peso minore che per un prezzo non troppo elevato rispetto alle altre tipologie di tegole. Oltre a questo, le tegole francesi o marsigliesi possono essere sostituite con facilità e sono dotate di una sagomatura su tutto il perimetro per evitare infiltrazioni di pioggia. La pendenza di queste varia da una minima di 10 gradi fino a un massimo di 45 gradi.
3. Tegole olandesi. Le tegole olandesi sono molto simili a quelle portoghesi. La differenza fondamentale tra le due tipologie di prodotto è data dall’onda che in quest’ultime è meno accentuata. Per permettere l’incastro queste tegole possono essere dotate di due elementi: solchi o rilievi che permetteranno un ancoraggio ottimale.
4. Tegole canadesi. le tegole canadesi sono anche definite bituminose poiché sono impermeabilizzate grazie alla presenza del bitume. Nonostante il prezzo ridotto sono di elevata qualità perché i materiali con i quali sono composte, ossia una miscela di pietre naturali e materiali organici, le rende particolarmente resistenti alle intemperie. Sono adatte a diversi tipi di superficie vista la loro leggerezza. Possono avere forma rettangolare o quadrata e vengono sistemati sul tetto con chiodi e colla.
5. Tegole in PVC. Le tegole in PVC sono molto utilizzate in ambito edilizio perché oltre ad avere un costo basso, sono leggere e resistenti. Grazie alle innovazioni tecnologiche questo particolare prodotto riesce a somigliare a quello realizzato in laterizio, dando quindi al tetto un aspetto elegante. La tipica composizione, inoltre, permette un buon isolamento termico riuscendo a far mantenere il calore all’interno di un’abitazione durante il periodo invernale e il fresco nella stagione calda.
6. Tegole in vetro. Sono prevalentemente utilizzate per parti del tetto e servono per dare luce e illuminare solai o mansarde.

Scegliere le tegole in base a diversi fattori
Prima di scegliere una tipologia di tegole occorre avere ben chiare le condizioni climatiche della zona dove è situata la casa che necessita del manto di copertura. Tra gli elementi da valutare ci sono, oltre al clima, anche altri fattori come la zona geografica, il peso dell’edificio e della struttura e l’inclinazione del tetto.
Come detto in precedenza le tegole in PVC sono un’ottima soluzione per qualsiasi tipo di situazione climatica ma rappresentano la soluzione ideale in zone molto fredde grazie al fatto che riescono a mantenere bene il calore. Anche le tegole canadesi e quelle portoghesi riescono a garantire un ottimo isolamento in ogni tipo di stagione ma sono preferibili in aree calde o in quelle dove il freddo non è particolarmente intenso.
Le zone caratterizzate da un clima molto rigido hanno bisogno di materiali che assorbano poca acqua anche per non appesantire troppo la struttura. In questo caso sono quindi consigliate le tegole in cemento.
Le tegole portoghesi sono la soluzione ideale per le zone molto piovose. Grazie alla loro forma caratteristica, ossia dotate di una parte piana e una curva, riescono a essere installate in tetti spioventi consentendo una facile e immediata eliminazione di acqua piovana evitando problemi di muffe o condense.

Le tonalità di colore delle tegole: come scegliere quella migliore
Il tetto è quella parte della casa che, rispetto ad altre, risulta più in vista. Scegliere la colorazione giusta è quindi di fondamentale importanza per dare un aspetto elegante e curato a tutta l’abitazione.
In primo luogo si può affermare che la scelta della tonalità dovrebbe essere fatta sulla base dello stile architettonico della casa e utilizzando colori in armonia con il resto della struttura.
La scelta del colore non deve essere fatta esclusivamente per ragioni estetiche. Le varie tonalità possono infatti influenzare anche la qualità dell’isolamento termico. Colori chiari, come il bianco, per esempio, riflettono la luce del sole e non lasciano filtrare il calore all’interno dell’abitazione e quindi sono da preferire in aree torride e calde. Le tegole di colore scuro, invece, hanno il potere di riuscire ad assorbire il calore del sole riuscendo a riscaldare le abitazioni anche durante i mesi invernali per cui sono la soluzione migliore se si vive in zone molto fredde poiché riescono anche a sciogliere eventuali accumuli di neve o ghiaccio che si forma sul tetto.
Per rendere armonica tutta la struttura della casa occorre fare gli abbinamenti giusti. Per avere un’abitazione classica e tradizionale che ha un intonaco bianco è consigliabile scegliere delle tegole di colore grigio scuro o nero. Se invece le pareti della casa sono grigio si potrebbero accostare tegole tono su tono o sceglierle nere per un aspetto altamente moderno e contemporaneo.
Per rendere rustica un’abitazione, infine, si possono scegliere delle colorazioni calde che ricordano gli elementi naturali della terra come il crema, il marrone o il caffè.
Se vuoi che la tua casa abbia sempre un aspetto al passo con i tempi sono consigliabili delle tonalità di colore neutro che risultano sempre attuali. Se si vuole mettere in risalto la propria abitazione vanno invece scelti colori che presentano dei contrasti forti con le mura, diversamente se si vuole rimanere più anonimi è bene scegliere delle tinte tono su tono.
Se la casa è di piccole dimensioni è bene optare per delle tegole di colore chiaro che creano l’illusione ottica di far sembrare lo stabile più grande mentre le tegole scure fanno l’esatto opposto.
Per avere delle tegole sempre luminose e brillanti è bene informarsi dal rivenditore sul processo di produzione delle stesse. Le tegole cotte in forno, per esempio, hanno il pregio di mantenere una colorazione buona anche a distanza di anni.

Scegliere le tegole in base ai prezzi
A seconda del materiale con il quale sono fatte le tegole è possibile una diversa prezzatura. Le tegole più costose sono quelle in cotto antichizzato il cui materiale di realizzazione è il laterizio.
Le tegole in laterizio della tipologia portoghese sono le più costose.
Il laterizio e il cemento hanno dei costi più o meno equivalenti ma, a parità di prezzo, quelle in laterizio permettono di risparmiare perché sono più leggere per cui alla stessa quantità il prezzo sarà più basso per le tegole in laterizio.
Le tegole in PVC sono quelle più leggere ma hanno, ovviamente, un costo maggiore proprio per via del peso.
I prezzi delle tegole sono poi influenzati dai costi necessari per la posa. Questi variano in base al tipo di tegola scelta ma anche per altri fattori:
1. Peso della tegola.
2. Forma del tetto. In un tetto spiovente le tegole sono più difficili da applicare.
3. Altezza del tetto. Se l’abitazione ha un’altezza elevata la ditta che effettuerà la posa potrebbe aver bisogno di una struttura di sostegno ad hoc, come per esempio dei ponteggi.
4. Schema di posa. Alcuni clienti possono richiedere delle pose particolari per dare in aspetto più moderno o particolare alla propria abitazione.
5. Costo della manodopera. Questa può differire da azienda a azienda per cui, prima di fare una scelta, è bene farsi fare dei preventivi da più ditte.

In conclusione
In conclusione è possibile affermare che per scegliere le tegole migliori per la propria abitazione non deve essere preso in considerazione solamente il fattore estetico ma una serie di elementi.
In primo luogo la zona climatica dove devono essere installate le tegole va presa in considerazione per scegliere il prodotto che possa garantire un buon isolamento termico in qualsiasi stagione dell’anno. Questo infatti permette anche di avere un notevole risparmio in bolletta.
In secondo luogo vanno considerate le condizioni dell’abitazione. Se questa è situata in una zona storica dove possono esistere dei vincoli oppure chiedere se esiste un piano colori della zona residenziale per il quale si è obbligati a fare una scelta piuttosto che un’altra.
Per non appesantire troppo il tetto è bene scegliere delle tegole leggere. Come abbiamo detto prima il laterizio è più leggero ma, nello stesso tempo, assorbe una percentuale di acqua maggiore rispetto al cemento per cui possono creare condense e umidità in zone particolarmente piovose.
I colori delle tegole variano anche in base al materiale con il quale sono state realizzate. Le tegole in cemento hanno delle tonalità che richiamano i colori tipici della natura mentre con il laterizio sono disponibili più sfumature. Se si vuole una gamma di colori molto ampia è bene optare per delle tegole in PVC.
Non sono infine da sottovalutare i costi. Questi sono diversi non tanto per la singola unità quanto per il peso. Il cemento e il laterizio possono avere il medesimo costo a metro quadro ma il cemento, come detto prima, è molto più pesate. Il PVC ha un costo elevato a metro quadro ma permette di risparmiare grazie alla sua leggerezza.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it