immagine Angolo lettura: idee per renderlo perfetto
  • Martedì 8 Gennaio 2019, 15:26

Angolo lettura: idee per renderlo perfetto

Come creare o trasformare un angolo lettura in un'oasi di puro relax, in cui rigenerarsi e ritrovare armonia? L'angolo lettura è sempre più desiderato dai proprietari degli immobili. Chi ha la fortuna di avere un locale all'interno della casa interamente destinato alla lettura sa bene l'enorme beneficio che ne possa derivarne, sia a livello mentale che per quanto riguarda l'arricchimento culturale.
Qualsiasi appartamento, infatti, per quanto comodo, bene arredato o accogliente, necessita almeno di un'area un po' appartata in cui rifugiarsi per leggere un buon libro o sfogliare le riviste che si preferiscono.
Creare un ambiente per la lettura o rendere quello esistente più funzionale non è così complicato come si potrebbe immaginare. Basta solo affidarsi alla propria creatività e mettere in atto gli accorgimenti giusti per ottenere un risultato al di sopra delle aspettative.
La scelta dei colori e degli arredi, il corretto posizionamento della luce e la predisposizione di alcuni complementi sono soltanto alcuni fattori da valutare per realizzare uno spazio a regola d'arte e completo di ogni comfort. Ecco tutto quello che c'è da sapere per creare una stanza da lettura che sia davvero invidiabile.

Il piacere di leggere in casa
Nelle stagioni invernali, avvolti da una calda coperta o mentre si assapora una dolce tisana, così come in piena estate, magari durante le ferie e quando c'è più tempo a disposizione, leggere è sempre un bellissimo modo di trascorrere la quotidianità.
Alle prime luci dell'alba, al tardo pomeriggio o durante le ore serali, sprofondare in un'appassionante lettura riesce ad allontanare le preoccupazioni, ad emozionare, a rigenerare le forze e ad allietare la vita.
Tuttavia, la lettura è un'attività che richiede tranquillità e concentrazione, ecco perché è fondamentale che avvenga in un'area più riservata, lontana dai rumori e spesso anche dal resto dei coinquilini. Le continue interruzioni, dovute al telefono che squilla o al frastuono degli elettrodomestici, possono svilire l'esercizio del leggere, che necessita del dovuto raccoglimento.
Una sala di lettura perfetta deve pertanto assicurare requisiti ben precisi. In linea generale è preferibile allestire l'angolo per la lettura in punto defilato dal resto della casa.
La stanza, inoltre, deve essere dotata con colori che stimolano la tranquillità. Il viola, ad esempio, con le sue sfumature più tenui e dolci, aiuta a purificare i pensieri e a ritrovare la concentrazione. Carte da parati dai toni più caldi, come ad esempio il giallo, si rivelano ideali per non affaticare la mente e persino il marrone, che richiama la stagione autunnale, può servire per dare un tocco di equilibrio al contesto.
Coloro che invece non intendono rinunciare ad un risultato elegante, brillante e lussuoso, dovranno puntare sui colori neutri, quali il bianco e le variazioni del grigio, idonee anche a far apparire l'angolo più ampio.
 
La posizione della sala lettura
Dove sorge la stanza per la lettura? Le possibilità di scelta sono davvero molte e anche punti inaspettati della casa possono diventare perfetti.
L'interno di una piccola mansarda, così come un soppalco, sono posti ideali per realizzare un progetto di questo tipo. L'angolo lettura si può anche creare in salotto o ricavare nella stanza camera da letto. Esistono aree preposte per la lettura in ogni casa: persino in cima alla scale, in una porzione del disimpegno e in una rientranza della finestra.
Spesso, infatti, non serve un ampio salone, ma solo la metratura per l'essenziale. Lo spazio per la lettura deve essere raccolto e atmosferico, ovvero suscitare un immediato senso di serenità. Tante volte in ambienti grandi, non attrezzati opportunamente, si corre il rischio di rendere il tutto molto dispersivo.
Si sconsiglia di creare una sala lettura in stanze troppo affollate, come il living o la cucina, salvo che non esistano alternative. Si ricorda che persino la veranda può diventare un luogo speciale per dedicarsi alla lettura.

Come rendere la stanza per la lettura comoda
Che stanza da lettura sarebbe senza il necessario comfort? Quando si legge è naturale assumere posizioni rilassate: una bella poltrona, magari con seduta ampia, reclinabile e completa di poggia piedi è quello che serve.
In commercio esistono poltrone per ogni gusto, rivestite in tessuto, in pelle e persino in ecopelle. I lettori più estrosi possono puntare anche sulle poltroncine in patchwork o con stampa animalier, complete di braccioli o di cuscini coordinati.
Quando lo spazio a disposizione è maggiore si può invece optare per un divanetto o per la sempre amata chase longue, ovvero una seduta più allunga e arricchita di un unico appoggio per la testa. Queste alternative sono perfette anche nel caso in cui la sala venga condivisa da più persone.
In presenza di rientranze e di nicchie si potrebbe aggiungere una robusta cassapanca da completare con un morbido materassino sul coperchio, in modo che possa essere utilizzata non soltanto come contenitore, ma anche come invitante sofà.
 
Gli arredi per una perfetta sala da lettura
Una o più comode sedute non bastano per creare una zona da lettura accogliente. Infatti, serviranno alcuni arredi funzionali e che possano conferire anche un certo carattere all'insieme. Tutto dipende non solo dallo stile che si desidera seguire, ma inevitabilmente dallo spazio a disposizione.
Si comincia inserendo una libreria. Oltre a quelle tradizionali, da affiancare alle pareti, in commercio esistono tante librerie molto funzionali, che non ingombrano e che sono più simili agli scaffali. Questi modelli hanno il grande vantaggio di essere versatili, oltre a consentire configurazioni originali, in quanto possono fungere anche da separé.
In metallo, in legno, con ripiani in vetro o in MDF, le librerie non devono necessariamente occupare l'intera parete disponibile, ma esistono pure nelle varianti modulari e realizzabili su misura. Ad esempio, in presenza di tetti spioventi, tipici dei soppalchi e delle mansarde, le librerie si possono creare predisponendo dei piani che seguono l'andamento della parate fino ad arrivare terra. Questo aiuterà a valorizzare la forma naturale dell'ambiente, nonché ad ottimizzare lo spazio.
Non mancano soluzioni che strizzano l'occhio al più stravagante design, come le moderne librerie dalle forme trapezoidale, in cui i testi e gli oggetti si possono riporre anche disordinatamente e sfruttare così la moltitudine degli incastri.
Oltre alla libreria, una sala da lettura veramente attrezzata, ove possibile, si presta ad accogliere anche uno scrittoio e un tavolino. Questi ulteriori elementi possono tornare utili nel caso in cui il progettato venga esteso prevedendo anche una zona studio.

L'illuminazione dell'angolo destinato alla lettura
La luce si rivela un elemento di fondamentale importanza all'interno di una stanza preposta per la lettura. L'ideale sarebbe leggere in un punto della casa in cui sono presenti finestre o lucernari, quantomeno per non avere disagi in pieno giorno e sfruttare appieno la luce naturale.
Alla sera, invece, bisogna ricorrere all'illuminazione artificiale, opportunamente predisposta per ricreare la corretta intensità dei fasci luminosi. A questo proposito si possono integrare diverse soluzioni, così da rispondere appieno alle necessità specifiche.
Talvolta un solo lampadario, così come la presenza delle applique, può risultare insufficiente, perché la luce emessa sarebbe troppo dispersiva. In questi casi è buona regola aggiungere una piantana, meglio se in prossimità della seduta.
Esistono lampade da terra regolabili, dallo stile scandinavo, con treppiedi e paralumi in cotone da personalizzare come si desidera. Nell'ultimo periodo sono particolarmente in voga anche le lampade industrial e vintage, spesso molto stabili grazie al corpo in metallo.
Al fine di personalizzare al meglio l'intensità luminosa si può scegliere anche fra le piantane con più faretti direzionabili, compatibili con lampadine a risparmio energetico.
In fase di progettazione è quindi importante la predisposizione delle prese, non soltanto per l'inserimento dell'illuminazione da terra, ma anche per alimentare dispositivi come l'e-book, uno smartphone o un
sistema audio. Del resto ascoltare un po' di buona musica dopo una sessione di lettura è un'abitudine molto diffusa.

I complementi della stanza dedicata alla lettura
Posizione, colori, arredi e luci non bastano per ricreare un posto perfetto per leggere in tutta serenità. Occorre considerare l'inserimento di alcuni complementi e dettagli irrinunciabili, che arredano con gusto e che permettono di esprimere al meglio la propria personalità.
La sala di lettura è uno spazio molto intimo e riservato e andrebbe completato con quello che piace davvero, che fa sentire bene o anche un po' protetti. Sì, quindi, all'inserimento di oggetti ai quali si è tanto affezionati o che rievocano l'infanzia, ai ricordi di un viaggio e qualche foto che immortali momenti piacevoli trascorsi assieme alle persone più care.
Le pareti potrebbero presentare stampe artistiche, lavagne magnetiche per poster, biglietti e appunti vari, oltre ad un orologio che segnala il tempo trascorso, purché non inserito in una posizione troppo di spicco, perché altrimenti sarebbe un elemento di distrazione dalla lettura.
Occorre anche considerare tutti quegli accessori che contribuisco a rendere lo spazio lineare e schematico: box, cassettiere, tappeti e portariviste sono molto utili per mantenere sempre in ordine.
Si consiglia, inoltre, di inserire qualche tappeto arredo, possibilmente in prossimità della seduta, in modo da definire con stile l'area e ricreare un immediato senso di aggregazione.
Un buon modo per accrescere l'armonia e la sensazione di pacatezza è quello di arricchire l'angolo con diffusori di oli essenziali, incensi e candele profumate. Esistono fragranze completamente naturali, con proprietà antibatteriche, antimicotiche e che sprigionano un gradevolissimo profumo energizzante.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it