immagine Serrature elettroniche: un passo avanti nella sicurezza
  • Venerdì 2 Novembre 2018, 07:50

Serrature elettroniche: un passo avanti nella sicurezza

Fin ora abbiamo vissuto nella certezza che nulla fosse più sicuro di una chiave ed un lucchetto: ma l'innovazione tecnologica che progredisce di secondo in secondo ci ha dimostrato quanto ci sbagliavamo. Hai già sentito parlare di serrature elettroniche? Le prime serrature elettroniche
sono state immesse sul mercato circa 10 anni fa e fin dal primo istante hanno conquistato la curiosità di tantissimi acquirenti. Perché? La risposta è molto semplice: sono capaci di offrire e garantire a tutti i fruitori il più alto standard di sicurezza associato al massimo livello di comfort. Facciamo un esempio: vi è mai capitato di perdere una chiave o di dimenticarvi dove l'avete riposta? Questo inconveniente è del tutto scongiurato con le serrature elettroniche. Inoltre, questi dispositivi sono dotati di tante funzionalità, quali ad esempio l'apertura a distanza.
Avventuriamoci meglio alla scoperta di questa nuova tecnologia: leggi questa rapida guida per scoprire tutto ciò che c'è da sapere sulle serrature elettroniche!
 
Serrature elettroniche: ma di cosa stiamo parlando? 
Le serrature elettroniche, proprio al pari delle classiche serrature, servono per aprire o chiudere porte e cancelli, ma possono anche essere impiegate ed installate per aprire o chiudere infissi, serrante e cancelli di garage e box auto.
La serratura elettronica, definita anche come elettro-serratura o serratura digitale, ha un funzionamento molto simile alle serrature classiche, ma in questo caso per sbloccare la serratura viene utilizzato un elettromagnete alimentato con energia elettrica.
Le aperture elettroniche possono avvenire tramite un apposito pulsante, badge o specifiche card ma anche a distanze più o meno notevoli per mezzo di telecomandi capaci di trasmettere alla serratura un codice di apertura. Inoltre, il controllo di una serratura elettronica può avvenire anche tramite sistemi di domotica, e dunque sarà possibile attivare la serratura tramite un accesso da remoto per mezzo di apposite applicazioni scaricate ed installate su dispositivi quali smartphone, tablet o Pc connessi alla rete Internet. Esistono poi delle sofisticate serrature elettroniche che possono anche essere sbloccate con il riconoscimento di un'impronta digitale, proprio come si vede nei film di spionaggio russo!
 
Serrature elettroniche: perché sceglierle? 
La scelta di optare per l'installazione di una serratura elettronica è molto semplice: questi dispositivi oltre ad assicurare una maggiore sicurezza rispetto alle serrature normali vi aiuteranno anche a ridurre lo stress.
Dite basta a milioni di chiavi tintillanti in borsa o nelle tasche dei jeans: una per il portone, una per il garage, una per la porta di casa e chi più ne ha più ne metta. Scegliendo di acquistare una serratura elettronica, specie di quelle con apertura a codice, potrai del tutto dire addio alle scomodissime chiavi in metallo.
Inoltre, le serrature elettroniche danno anche la possibilità di creare accessi temporanei o permanenti per amici, famigliari, coinquilini e dipendenti.
Altra funzionalità delle serrature digitali è quella, specie se presentano connessioni con sistemi di domotica o comunque controlli da remoto, di poter monitorare gli accessi o anche semplicemente controllare se quando siete usciti avete chiuso la porta di casa.
 
Serrature elettroniche: quali tipologie sono disponibili sul mercato? 
Oggi giorno sul mercato sono disponibili moltissimi modelli di serrature digitali le quali si differenziano per il metodo di autenticazione.
Tra le tipologie in vendita sicuramente possiamo trovare le serrature che si azionano con codice numerico o password. Tali serrature si sbloccano proprio digitando un codice da immettere sul tastierino numerico. Oggi giorno le tastiere a pulsantiera sono quasi del tutto sostituite con tastiere touch-screen. Alcuni dispositivi prevedono un feedback audio e sono dotati di elementi retro-illuminati, in maniera tale da consentire un agevole utilizzo della serratura anche in condizioni di scarsa luce, come ad esempio la notte.
Un'altra tipologia molto diffusa di elettro-serratura sono le serrature che si azionano tramite un security badge. In questo caso, la serratura elettronica può essere aperta utilizzando una specifica card di sicurezza che verrà strisciata o inserita in un apposito spazio e che verrà letta e scansionata dal dispositivo di apertura automatizzato. In alcuni casi, le serrature elettroniche sono in grado di accedere alle credenziali memorizzate su un palmare o uno smartphone, usando il trasferimento dati a infrarossi, bluetooth o NFC.
Estremamente sofisticate sono poi le serrature che si azionano tramite sistema di riconoscimento biometrico. Questa particolarissima tipologia di elettro-serratura sarà capace di riconoscere le caratteristiche proprie di un individuo, ad esempio le impronte digitali o anche il riconoscimento oculare. Tali serrature sono dotate di uno scanner ottico e termico e sono praticamente le più difficili da eludere.
Per ognuna delle tipologie indicate esistono molteplici varianti. Un esempio sono le serrature elettroniche RFID, ovvero le elettro-serrature con Radio Frequency Identification. Questa particolare tecnologia consente di azionare una serratura tramite un portachiavi che verrà letto dal dispositivo di apertura anche a distanza. Con la tecnologia RFID non avrai più il bisogno di scavare nella borsa o nelle tasche per trovare la chiave: ti basterà avvicinare ad una certa distanza impostata il sensore comunicante con la serratura ed il gioco è fatto.
Esistono poi delle serrature elettroniche intelligenti, le quali sono connesse a sistemi Bluethooth, Wirless o Internet, in maniera tale da poterle controllare da remoto.
 
Serrature elettroniche: tre domande basilari per scegliere quella che più incontra le proprie esigenze 
L'idea di dire addio alla classica e obsoleta serratura vi stuzzica? Volete acquistare un'innovativa serratura elettronica? Bene, ma ricordate sempre il mantra di ogni acquisto: come faccio a scegliere la tipologia di serratura elettronica più adatta alle mie esigenze? Di seguito verranno indicato le 3 domande di base che ci si deve obbligatoriamente porre prima di acquistare una serratura elettronica. Fare la scelta giusta significa fare una scelta consapevole tenendo conto soprattutto di quelli che sono i propri reali bisogni!
Domanda numero 1: Che esigenze ho in fatto di sicurezza?
Assodata la scelta di voler comprare una serratura elettronica la prima cosa a cui si deve pensare è il bisogno che se ne ha. La serratura elettronica verrà installata per utilizzo residenziale o se ne farà un impiego in ambito lavorativo? Ovviamente tra le due opzioni ci sono moltissime differenze: innanzitutto è da valutare la frequenza di utilizzo, ma anche se la serratura elettronica è destinata all'installazione su una porta interna o esterna.
Domanda numero 2: Preferisco un blocco elettronico o meccanico?
Le serrature elettroniche per la maggior parte funzionano alimentate a batteria, ma ce ne sono alcune che invece possono anche essere collegate alla rete elettrica dell'edificio. Un blocco meccanico è l'ideale per una serratura elettronica installata in ambienti residenziali o in hotel. Le serrature senza chiave meccaniche con codice consentono di inserirne solo uno alla volta, il che non è un grosso problema per le situazioni di lavoro con pochi dipendenti. Ma se hai bisogno di un sistema con più capacità di codice utente, di dovrà optare per la scelta di utilizzare un blocco elettronico. Le serrature con blocco elettronico sono molto più flessibili in quanto permettono di poter programmare più codici per vari utenti a diverso scopo.
Domanda numero 3: Ho bisogno del controllo ad accesso remoto?
La possibilità di controllare da remoto la propria serratura elettronica è un idea che stuzzica un po' tutti. Ma prima di optare per tale scelta di acquisto chiedetevi sempre se ne avete realmente bisogno. Se per te è necessaria la possibilità di bloccare o sbloccare la tua porta tramite accesso remoto, dovrai selezionare un blocco senza chiave che possa svolgere tale compito con telecomando. In base alla frequenza di utilizzo, puoi scegliere un blocco a catenaccio telecomandato oppure puoi registrare il blocco senza chiave elettronico nel sistema di domotica e controllarlo tramite uno smartphone, un tablet o un PC che abbia una connessione ad Internet.
 

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it